Assegno unico 2022 donne in gravidanza: da quando si può fare domanda?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
31/01/2022

La fase di domanda per il nuovo Assegno unico si è aperta il 1° gennaio 2022, ma come funziona per le donne che si trovano in gravidanza? L’INPS ha specificato che si ha diritto al pagamento dal settimo mese in poi, ma la richiesta può essere presentata solo dopo la nascita, una volta che è stato attribuito il codice fiscale al minore. 

pregnant-g492993eda_1920

Assegno unico 2022: quando possono presentare domanda le donne in gravidanza? Tramite le FAQ sul proprio sito internet, l’INPS ha chiarito la situazione in merita alla questione, specificando come si ha diritto al pagamento solamente dal settimo mese di vita del bambino.

Le domande possono essere inviate esclusivamente in seguito alla nascita, poiché requisito necessario per la richiesta è il codice fiscale del minore. (puoi calcolarlo qui)

Vediamo quali sono tutte le ultime precisazioni sul tema.

Assegno unico 2022: quando possono presentare domanda le donne in gravidanza?

pregnant-g9163a68c4_1920

L’Assegno unico universale per i figli a carico è entrato in vigore il 1° gennaio 2022, ma ad oggi è possibile solamente presentare le domande, dato che i pagamenti partiranno dal prossimo mese di marzo.

Ricordiamo che l’assegno unico viene attribuito alle famiglie per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni, nel rispetto di specifiche condizioni, e senza limiti di età per i figli disabili. Il valore viene stabilito sulla base della condizione economica del nucleo familiare, dell’età e del numero dei figli, ma anche di eventuali situazioni di disabilità.

L’INPS ha recentemente chiarito i dubbi in merito alle donne in gravidanza interessate a percepire l’Assegno. A tal proposito, l’Istituto ha specificato che la misura di sostegno economico per le famiglie viene erogata a partire dal settimo mese di gravidanza, ma per presentare domanda e ottenere il pagamento è necessario attendere la nascita del bambino o della bambina. Questo è quanto emerge dalle FAQ disponibili online:

“Per i nuovi nati l’Assegno unico decorre dal settimo mese di gravidanza. La domanda va presentata dopo la nascita, dopo che è stato attribuito al minore il codice fiscale. Con la prima mensilità di Assegno saranno pagati gli arretrati a partire dal settimo mese di gravidanza. L’Assegno unico non è comunque compatibile con il Premio alla nascita”.

Domanda Assegno unico 2022: a cosa fare attenzione

businessman-checking-documents-at-table-min

Per compilare correttamente la domanda per l’Assegno unico 2022 è necessario fare attenzione ai seguenti aspetti:

  • il titolare del conto corrente identificato dal codice IBAN specificato nella domanda deve essere il richiedente dell’Assegno, eccezion fatta per i conti cointestati (non è possibile accreditare l’importo sul conto corrente di una persona differente da chi presenta la domanda);
  • il codice fiscale del richiedente deve corrispondere esattamente a quello che risulta all’Istituto di Credito come codice fiscale del titolare del conto corrente su cui si chiede l’accredito;
  • il conto corrente su cui si chiede l’accredito dell’Assegno Unico deve essere attivo.