Assegno unico 2022 novità: qual è l’importo medio?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/09/2022

I dati dell’Osservatorio INPS sull’assegno unico sono stati finalmente diffusi. Rispetto al mese scorso, l’importo medio rimane invariato, mentre aumentano i pagamenti della misura di circa 1,2 milioni.

top-view-hands-with-paper-cut-family-min (1)

L’INPS ha diffuso gli ultimi dati sull’assegno unico raccolti dall’Osservatorio dell’Istituto. La misura che si rivolge alle famiglie con i figli a carico è stata introdotta quest’anno e i primi pagamenti sono iniziati lo scorso marzo.

Ma qual è l’importo medio dell’agevolazione? E quanti sono i beneficiari? Vediamo insieme.

Assegno unico 2022: i nuovi dati dell’INPS

top-view-people-holding-in-hands-cute-paper-family-min

L’importo medio dell’assegno unico per richiedente non cambia rispetto al mese scorso e ammonta a 232 euro mensili. Per ogni figlio le famiglie ricevono un pagamento pari a 145 euro. I pagamenti relativi alla misura effettuati da marzo a luglio 2022 salgono a 6 miliardi, relativi a 8,6 milioni di figli e senza tener conto dei nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza. Rispetto a luglio, l’importo complessivo erogato sale di circa 1,2 miliardi.

Il 46 per cento degli assegni è relativo a beneficiari appartenenti a famiglie con ISEE inferiore a 15.000 euro, titolari di pagamenti pari a 175 euro per figlio. Più del 20 per cento dei figli appartiene invece a nuclei che non hanno presentato il modello ISEE, i quali hanno diritto all’importo minimo di 50 euro.

A oltre 2,6 milioni di famiglie con un solo figlio beneficiario spetta una somma pari in media a 128 euro. L’importo sale a 280 euro per i circa 2 milioni di nuclei con due figli, fino ad arrivare a oltre 1.500 euro per le poco più di 3.000 famiglie con 6 o più figli a carico.

A livello territoriale, i dati relativi al mese di luglio confermano che l’importo più elevato è riconosciuto al Sud e nelle Isole: l’importo medio mensile è di 157 euro (il valore più alto è in Calabria con 166 euro per figlio), contro i 141 euro del Centro e i 138 euro al Nord (il valore più basso è a Bolzano, con una media di 132 euro per figlio).