Assegno unico 2022 per i figli con disabilità: quali sono le maggiorazioni?

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
11/11/2022

L’Assegno unico universale è una misura di sostegno riconosciuta alle famiglie con figli fino a 21 anni in possesso di determinati requisiti economici, e prevede delle maggiorazioni importanti per i nuclei familiari in cui è presente almeno un figlio con disabilità. Vediamo tutti i dettagli nel seguente articolo.

physical-handicap-g190e5d372_1920

Assegno unico 2022: cosa cambia per chi ha figli con disabilità?

La normativa attuale  prevede delle distinzioni importanti per i nuclei familiari con uno o più figli disabili a carico che, nello specifico, possono beneficiare di maggiorazioni sull’importo erogato ogni mese: vediamole insieme.

Assegno unico figli disabili: come funziona

money-3

Il legislatore ha previsto diverse tutele per i nuclei familiari con figli con disabilità, differenziando l’importo della misura a seconda della gravità della malattia. Le agevolazioni e le eventuali maggiorazioni cambiano a seconda dell’età del figlio:

  • nel caso di figli disabili di età inferiore ai 18 anni sull’importo base della prestazione, variabile a seconda dell’ISEE, si applica una maggiorazione che dipende dalla gravità dalla disabilità;
  • nel caso, invece, di figli disabili maggiorenni di età compresa tra i 18 e i 21 anni, sull’importo base della prestazione, sempre variabile a seconda dell’ISEE, si applica una maggiorazione fissa indipendentemente dal reddito e dal grado di gravità della disabilità;
  • per i figli disabili di età superiore ai 21 anni, infine, si continua ad avere diritto alle detrazioni per figli a carico e nel contempo spetta un assegno unico d’importo variabile a seconda dell’ISEE.

Assegno unico figli disabili: le maggiorazioni

money-notepad-and-calculator-on-the-table

Sull’assegno unico per figli minorenni a carico con disabilità si applica una maggiorazione che non dipende dal reddito, bensì dalla gravità della disabilità:

  • 105 euro al mese per i figli non autosufficienti;
  • 95 euro al mese per i figli con disabilità grave;
  • 85 euro al mese per i figli con disabilità media.

Per i figli disabili di età compresa tra 18 e 21 anni, invece, si applica una maggiorazione fissa di 80 euro al mese, a prescindere dalla gravità della malattia.

Per i figli disabili con più di 21 anni, infine, l’assegno unico varia a seconda dell’ISEE da un minimo di 25 euro ad un massimo di 85 euro al mese.