Assegno Unico a febbraio: pagamenti in arrivo, ecco le novità

In un periodo economicamente sfidante, l’assegno unico rappresenta per molte famiglie italiane un faro di speranza e sostegno finanziario. Con febbraio 2024, arrivano alcune novità e scadenze cruciali da tenere a mente per massimizzare i benefici di questa prestazione.

Erogazione dell’Assegno Unico

La distribuzione dell’assegno unico di febbraio 2024 segue un calendario ben definito. Per le famiglie la cui situazione non ha subito cambiamenti dall’ultimo mese, l’accredito avverrà nei giorni 16, 19 e 20 di febbraio. Al contrario, coloro che hanno registrato modifiche o ricevono l’assegno per la prima volta, vedranno l’accredito dalla data del 20 fino alla fine del mese.

Importanza della Dichiarazione Sostituiva Unica (DSU)

Per accedere agli importi adeguati, calcolati sulla base dell’ISEE, è imprescindibile presentare la DSU entro il 29 febbraio 2024. Senza questa dichiarazione, da marzo in poi, si percepirà unicamente l’importo minimo. Chi non rispetta questa scadenza, ha comunque tempo fino al 30 giugno 2024 per presentare la DSU e ricevere gli arretrati dovuti da marzo.

Aggiornamenti sugli Importi

Nel 2024, gli importi dell’assegno unico hanno subito un incremento, riflettendo le variazioni dell’indice del costo della vita, con un aggiustamento ISTAT del 5,4%. Questo ha portato a un aumento dell’importo minimo e massimo di base, oltre a un aggiustamento delle soglie ISEE per l’accesso ai vari livelli della prestazione.

DSU e ISEE 2024

Anche chi ha già ricevuto l’assegno unico nel 2023 deve presentare una nuova DSU entro il 29 febbraio 2024 per assicurarsi gli importi aggiornati in base all’ISEE.

Assegno di Inclusione e Assegno Unico

Le famiglie beneficiarie dell’assegno di inclusione non sono escluse dall’assegno unico. Infatti, l’assegno di inclusione non incide sui requisiti per l’assegno unico e viceversa, offrendo un supporto finanziario significativo che, in alcuni casi, può superare gli 800 euro mensili.

Punti Chiave

  • Date di Erogazione: 16, 19, 20 febbraio per chi non ha variazioni; dal 20 al fine mese per nuovi beneficiari o chi ha variazioni.
  • DSU entro 29 Febbraio 2024: Fondamentale per ricevere l’importo corretto basato sull’ISEE.
  • Variazione Importi: Incremento dovuto alla rivalutazione ISTAT del 5,4%.
  • Presentazione DSU Anche per il 2023: Necessaria per aggiornare l’ISEE e garantirsi gli importi adeguati.
  • Compatibilità Assegno di Inclusione: Beneficio cumulabile con l’assegno unico, offrendo un sostegno ancora maggiore alle famiglie.

In conclusione, l’assegno unico di febbraio 2024 rappresenta un’opportunità significativa per le famiglie italiane. Mantenendo una buona informazione e rispettando le scadenze, è possibile sfruttare al meglio questo strumento di supporto finanziario.