Assegno unico: cosa fare se non viene pagato quello di Maggio?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/05/2022

In molti stanno lamentando il mancato arrivo del pagamento dell’assegno unico relativo al mese di Maggio 2022. Ma niente panico: il pagamento arriverà entro la fine del mese assicura l’INPS. In ogni caso ci potrebbero essere comunque degli impedimenti che ne bloccano l’erogazione.

Famiglia

Molte famiglie si stanno preoccupando circa il mancato arrivo dell’assegno unico nel mese di Maggio 2022, che potrebbe essere un enorme problema per i beneficiari. Dall’ente preposto al pagamento arrivano però delle rassicurazioni, in quanto sarà possibile usufruire del denaro entro la fine del mese di Maggio.

Nonostante questo però, è possibile che vi siano dei casi in cui il denaro sia bloccato da qualche tipo di impedimento. Facciamo chiarezza a riguardo e valutiamo insieme i perché del mancato versamento.

Assegno unico: entro quando verrà pagato?

Famiglia

Vediamo entro quando verrà pagato l’assegno unico stando a quanto disposto dall’INPS in materia. Dalla Faq presente sull’apposito sito si legge che: “per le domande presentate a gennaio e febbraio, i pagamenti cominceranno a essere erogati dalla seconda metà di marzo”, mentre “per le domande presentate dal 1° marzo in poi, il pagamento verrà effettuato alla fine del mese successivo a quello di presentazione della domanda”.

Da ciò si evince che il pagamento sarebbe arrivato nella seconda metà del mese solamente per le mensilità di Marzo ed Aprile 2022. Per gli altri mesi invece l’erogazione avrebbe potuto impiegare tutto il mese corrente.

Cosa fare se ancora non è arrivato il pagamento?

famiglia-1

Cosa fare se non è ancora arrivato il pagamento dell’assegno unico per il mese di Maggio 2022? Cerchiamo di fare chiarezza a riguardo, in quanto è molto importante distinguere bene i vari casi che possono presentarsi. Di norma come detto, l’erogazione può prendere tutto il mese di Maggio, dunque è possibile che l’assegno arrivi nel corso di questa settimana.

Per avere maggiori informazioni è comunque buon uso contattare il numero verde messo a disposizione dall’INPS, o in alternativa visitare la propria area personale all’interno del sito INPS.