Assegno unico e RdC 2022, online il modello RdC-Com AU: come funziona?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
02/06/2022

È finalmente online il modello RdC-Com AU necessario ai percettori del Reddito di cittadinanza per poter beneficiare delle eventuali integrazioni dell’assegno unico e universale. Vediamo insieme di cosa si tratta e come funziona.

reddito-di-cittadinanza

I percettori del Reddito di cittadinanza devono presentare il modello RdC-Com/AU per poter beneficiare delle maggiorazioni dell’assegno unico e universale, come comunicato dall’Inps tramite il messaggio n.53 del 28 aprile 2022.

L’Istituto ha comunicato di aver reso disponibile il modulo in questione attraverso il messaggio n. 2261 del 30 maggio 2022. Con il messaggio si forniscono le indicazioni per la compilazione del modello, che può essere presentato esclusivamente in modalità telematica attraverso il servizio online o i patronati.

Assegno unico e RdC: a cosa serve il modello RdC-Com/AU

reddito cittadinanza

L’assegno unico viene versato automaticamente ogni mese sulla carta del Reddito di cittadinanza, tuttavia per poter usufruire dell’ulteriore integrazione che spetta in caso di variazioni non note all’INPS è necessario presentare il modello RdC-Com/AU, come, per esempio, quando si hanno figli a carico che hanno raggiunto il 21esimo anno di età o in caso di genitori entrambi lavoratori.

Inoltre, il modello è necessario anche nel caso in cui il genitore unico titolare di RdC debba richiedere il riconoscimento della restante quota del 50% dell’assegno unico.

Come funziona il nuovo modello?

reddito-1200-1

Nei casi di genitore unico percettore del RdC è necessario selezionare una delle opzioni presenti nel modello per usufruire della metà dell’importo:

  • decesso dell’altro genitore;
  • allontanamento certificato dell’altro genitore dal nucleo familiare;
  • affido esclusivo del figlio al genitore percettore del Rdc;
  • genitore sconosciuto o straniero senza codice fiscale italiano;
  • esistenza di accordo con l’altro genitore.

Se sono presenti nello stesso ISEE più rapporti di filiazione con genitori differenti, bisogna indicare la filiazione laddove non risulti già nota all’INPS.

Nel caso in cui uno dei figli raggiunga la maggiore età è possibile richiedere l’accesso all’integrazione RdC/AU, qualora sussistano le condizioni per poterne beneficiare, tramite il modello RdC-Com/AU.

Per quanto riguarda il riconoscimento della maggiorazione per la presenza nel nucleo Rdc di entrambi i genitori titolari di reddito da lavoro e di quella compensativa rispetto ai vecchi ANF, è necessario selezionare le relative opzioni nell’apposita sezione del modello.