Assegno unico: ecco quando arriveranno i pagamenti di Aprile

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/04/2022

In molti si stanno domandando quando arriveranno le somme dell’assegno unico per il mese di Aprile 2022. A fornire disposizioni in materia è sempre l’INPS, che con un recente comunicato ha anche informato sul termine ultimo per presentare domanda. Approfondiamo la questione insieme!

1619257029-1617779768-inps

Stando a quanto comunicato dall’INPS con il messaggio del 1° Aprile, i pagamenti dell’assegno unico per il mese di Aprile 2022 sarebbero in arrivo. Si è inoltre fatto chiarezza su quanto siano state effettivamente le domande chiuse nei primi tre mesi di apertura del portale, tirando così le somme parziali sull’agevolazione.

Nel mese di Aprile dovrebbero arrivare i pagamenti agli utenti che hanno presentato domanda nel mese di Marzo 2022. Scopriamo tutti i dettagli della vicenda insieme.

Assegno unico: ecco quando arrivano i pagamenti di Aprile

12-inps-ansa

Vediamo subito quando arriveranno i pagamenti per il mese di Aprile delle somme spettanti in materia di assegno unico per figli minori. Gli assegni sono messi a disposizione per tutti coloro che hanno un figlio minore a carico, in rari casi minore di 21 anni. Il beneficio è previsto dal compimento del settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni.

Stando alle comunicazioni dell’INPS i pagamenti dovrebbero arrivare nella seconda metà di Aprile, ossia nei giorni tra il 15 e il 21 Aprile 2022. Per quanto riguarda invece i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, coloro che non hanno ricevuto il pagamento nella ricarica di Marzo, otterranno l’assegno unico entro la metà di Aprile.

Attenzione alle scadenze

ROMA DESERTA

Attenzione però, perché l’INPS ha dedicato il messaggio non solo per ricordare quando arriveranno gli assegni, ma anche per sottolineare l’importanza del rispetto dei termini fissati per l’assegno unico 2022. Una delle scadenze più importanti è quella del 30 Giugno, se non si vogliono perdere alcuni pagamenti.

Infatti ricorda l’INPS: “Fino al 30 giugno sarà possibile inoltrare la domanda con il riconoscimento di tutti gli arretrati, calcolati a partire dal mese di marzo 2022. Dopo il 30 giugno l’assegno decorrerà dal mese successivo a quello di presentazione e il pagamento è effettuato dal mese successivo a quello di presentazione della domanda”.