Assegno Unico: il Conguaglio Famiglia arriva subito sulla PostePay

Il “Conguaglio Famiglia” ora viene accreditato direttamente sulla tua carta PostePay. Per beneficiarne, è essenziale disporre di un’identità digitale SPID, requisito unico e sufficiente per la richiesta.

A partire dalla fine di dicembre 2023, sono stati implementati diversi incentivi a supporto delle famiglie, modificando alcuni dei sussidi già esistenti. Queste modifiche, necessarie per adeguare i sussidi all’aumento del costo della vita causato dall’inflazione, hanno richiesto del tempo per essere processate.

Infatti, non era realistico aspettarsi che già a gennaio fossero aggiornati tutti i calcoli con i nuovi importi. Dopo alcuni mesi di lavoro per aggiustare le prestazioni erogate dall’INPS con le nuove percentuali, a marzo si procederà finalmente con il conguaglio.

Diritto al conguaglio per tutti

Il diritto a questo conguaglio si estende a tutti, quindi molti troveranno una piacevole sorpresa sulla loro PostePay. Avere lo SPID è tutto ciò che serve per verificare la propria eleggibilità.

Il conguaglio riguarda l’Assegno Unico Universale per i figli a carico, introdotto per sostituire i precedenti assegni familiari e altri bonus legati alla nascita di un figlio. Questo sostegno economico è destinato ai genitori dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni del figlio.

Di quanto varierà l’assegno?

L’importo dell’assegno può variare a seguito della presentazione del nuovo ISEE o a causa di variazioni dell’inflazione.

A marzo, il conguaglio dell’Assegno Unico corrisponderà alla differenza tra l’importo erogato a febbraio e quello che avrebbe dovuto essere ricevuto a gennaio, basandosi sul nuovo ISEE.

Attraverso il sito dell’INPS, utilizzando SPID o CIE, è possibile verificare gli importi erogati e quelli dovuti. Per ricevere il conguaglio, è necessario aver presentato il nuovo modello ISEE. È importante ricordare che l’Assegno Unico può essere accreditato su qualsiasi conto bancario, inclusa la PostePay Evolution.