Assegno unico, importo super: a chi spetta?

L’Assegno Unico, nelle scorse settimane, è stato erogato dall’INPS con importi diversi dal solito, sia più alti che più bassi. Questi non rappresentavano la mensilità di maggio, ma erano conguagli a credito o a debito. Scopriamo tutte le novità!

Assegno

Dal marzo 2022, quando è entrata in vigore la prestazione per i figli a carico, è possibile che l’INPS abbia erogato erroneamente importi che non spettavano o, al contrario, non abbia pagato mensilità o quote che invece spettavano. Per questo motivo, l’Istituto previdenziale sta procedendo a regolarizzare la situazione.

Assegno unico: importo super o mini?

Assegno-unico-figli-pagamenti

Per quanto riguarda la durata degli aumenti dell’Assegno Unico, nella maggior parte dei casi si tratta di conguagli a credito, ovvero importi aggiuntivi che ammontano mediamente a 272 euro. Questi soldi in più possono essere dovuti a varie ragioni, come l’aggiornamento dell’ISEE, il riconoscimento del premio alla nascita (settima e ottava mensilità di gravidanza) o la presenza di persone con disabilità che hanno diritto a importi maggiorati a partire da marzo 2022.

Assegno unico: tagli o aumenti?

Purtroppo, una parte dei beneficiari ha subito anche dei conguagli a debito, ovvero devono restituire soldi all’INPS sotto forma di trattenute. L’INPS ha spiegato che in questi casi l’Assegno Unico di maggio è stato ridotto a causa di un ricalcolo e dell’applicazione del conguaglio per i mesi precedenti.

Tuttavia, questi aumenti o tagli non verranno effettuati anche a giugno. Si tratta di compensazioni che vengono erogate una sola volta dall’INPS a partire dalla mensilità di aprile, in seguito a elaborazioni e ricalcoli degli importi effettivamente dovuti ed erogati, come spiegato nel messaggio INPS n. 1947 del 26 maggio scorso.

Una volta che l’INPS si è messo in pari, pagando o trattenendo quanto dovuto, l’importo dell’Assegno Unico tornerà ad essere quello erogato finora, a meno che non siano state apportate recenti modifiche che abbiano cambiato l’importo.

Lascia un commento