Assegno Unico: quando viene pagato ad Aprile?

L’assegno Unico arriva ai beneficiari con cadenza mensile, in base a calendari di consegna prestabiliti. L’INPS ha comunicato entro quando va aggiornato il valore dell’ISEE per ottenere l’assegno unico: la scadenza è stata fissata per il 30 Giugno 2022.

INPS

La Legge di Bilancio 2023 ha portato delle novità molto importanti sull’assegno Unico 2023. Dalla rivalutazione degli importi, che sono aumentati così come è aumentata la soglia Isee, all’obbligo di presentazione della situazione economica familiare aggiornata, senza la quale non verranno accreditati gli arretrati e l’assegno unico sarà erogato nell’importo minimo di 54,1 euro.

Assegno Unico: quando viene pagato ad Aprile?

1619257029-1617779768-inps

Vediamo in primis quando sarà pagato l’Assegno Unico nel mese di Aprile 2023. L’erogazione avverrà tra la seconda e la terza settimana del mese di Aprile, seguendo il seguente ordine:

  • entro venerdì 21 aprile se la domanda è stata inoltrata entro febbraio
  • entro fine mese per tutte le domande pervenute a partire da marzo.

Le date sono disponibile sul fascicolo fiscale del sito dell’Inps.

Assegno unico: a quanto ammontano gli aumenti?

Vediamo insieme ora a quanto ammontano gli aumenti dell’assegno unico 2023, che è stato rivalutato sulla base del tasso d’inflazione, fissato all’8,1%.  La soglia minima Isee che dà diritto all’importo più alto, ricorda l’Inps, è passata da 15.000 a 16.215 euro. L’importo massimo dell’assegno è passato da 175 a 189,2 euro.

Assegno Unico: quando aggiornare l’ISEE?

Vediamo ora quando dovrà essere aggiornato l’ISEE per continuare ad ottenere l’assegno unico come in precedenza. La data è stata fissata per il 30 Giugno 2023, scadenza entro la quale va inviata tutta la documentazione contenente il valore reddituale.

Per chi aumenta l’Assegno Unico?

12-inps-ansa

Vediamo chi sono i coinvolti nell’aumento dell’Assegno Unico 2023. In primis gli aumenti coinvolgeranno i nuclei familiari con figli di età inferiore a un anno. L’aumento in questo caso sarà del 50%. Ulteriori aumenti sono in arrivo per i nuclei familiari numerosi, ossia quelli composti da tre o più figli.

Lascia un commento