Assegno unico universale: regole e novità

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/01/2022

Il passaggio dall’assegno unico standard a quello universale è molto vicino, insieme a molte novità che porterà con sé. In primis vi è l’esclusione dall’assegno unico per i giovani under 21 che non studiano e non lavorano: i così detti NEET. Approfondiamo la questione. 

Famiglia

L’assegno unico universale farà il proprio esordio tra i contribuenti a Marzo 2022, andando ad integrare molti bonus inerenti alla sfera familiare. Con le novità introdotte però, alcuni figli a carico under 21 ne saranno esclusi: di quale categoria si tratta?

Ricordiamo che l’assegno unico universale per i figli mette a disposizione un reddito suppletivo alle famiglia con gravidanza dai sette mesi in poi, fino ai 21 anni di età.

Vediamo dunque insieme quali categorie di under 21 sono esclusi dall’assegno unico universale.

Assegno unico universale: ecco quali under 21 sono esclusi

famiglia-1

La norma prevede, come ribadito dall’INPS in un messaggio di risposta, di non erogare l’assegno unico universale ad una certa categoria di under 21. La categoria in oggetto è quella dei NEET, formata da coloro che non stanno studiando, non lavorano e non si stanno formando. L’Italia purtroppo ha la più alta percentuale di tale categoria in Europa.

L’esclusione è motivata dall’assenza dei requisiti per ottenere l’agevolazione, che sono:

  • frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea;
  • svolgimento di un tirocinio o di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;
  • registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;
  • svolgimento del servizio civile universale.

Assegno unico universale: ecco le altre novità sulle detrazioni

Bambini

Il nuovo assegno unico universale porta con sé ulteriori novità, ossia misure a sostegno della famiglia. Oltre agli assegni mensili per i figli a carico, sono state introdotte nuove detrazioni per i carichi di famiglia: queste verranno applicate a tutti gli altri componenti della famiglia, considerando anche i figli over 21.

Inoltre, come comunicato dall’INPS, dal 1° Gennaio è stato abrogato il bonus mamma domani, mentre dal 1° Marzo 2022 verranno abrogati anche:

  • l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori che resta riconosciuto con riferimento all’anno 2022 esclusivamente per le mensilità di gennaio e di febbraio;
  • gli assegni ai nuclei familiari con figli e orfanili;
  • l’assegno di natalità, il cosiddetto Bonus bebè;
  • le detrazioni per i figli fino a 21 anni che restano, come detto, per gli over 21.