Assistenza legale gratuita con lo Sportello del Cittadino

30/01/2021

Il Consiglio Nazionale Forense ha dato il via libera allo Sportello del Cittadino, il nuovo servizio gratuito di informazione e orientamento legale per tutti coloro che necessitano di prestazioni professionali di avvocati.

Assistenza legale gratuita: ecco lo Sportello del Cittadino (PRONTO)

Nasce lo Sportello del Cittadino: un servizio di informazione e assistenza legale gratuito per i cittadini. Questa è l’idea promossa dal Consiglio Nazionale Forense e già approvata con il regolamento n. 2-R-2013, intitolato “Norme per le modalità di accesso allo Sportello del cittadino”, che ha dato il via libera al nuovo servizio di informazione e orientamento ai cittadini previsto dalla legge n. 247/2012.

Compito dello sportello sarà quello di fornire delucidazioni per la fruizione delle prestazioni professionali degli avvocati e per l’accesso alla giustizia, con esclusione di ogni attività di consulenza e di informazione sui giudizi pendenti.


Leggi anche: E-mail marketing: articoli, documenti e ricerche

Assistenza legale gratuita grazie allo Sportello del Cittadino

lawyer-3268430

Il Consiglio Nazionale Forense ha dato ufficialmente il via libera all’istituzione a livello nazionale dello Sportello del Cittadino, il nuovo servizio di orientamento legale aperto gratuitamente a tutti i cittadini.

In particolare, le informazioni potranno riguardare:

  • le modalità di svolgimento delle prestazioni professionali e della loro utilità, anche nella prospettiva della prevenzione del contenzioso;
  • le formalità necessarie ai fini del conferimento dell’incarico;
  • i diritti e gli obblighi derivanti dal conferimento dell’incarico;
  • la possibilità di rivolgersi al Consiglio dell’Ordine in caso di necessaria conciliazione a seguito del mancato accordo sul compenso con il proprio difensore.

Le prestazioni dello sportello verranno rese nei locali del Consiglio dell’Ordine, nei giorni e nelle ore indicati dallo stesso e resi noti al pubblico con idonee modalità.

Sportello del Cittadino: funzionamento e divieti

Assistenza legale gratuita: ecco lo Sportello del Cittadino (PRONTO)

Per nessuna ragione l’avvocato che svolge le attività dello sportello potrà indicare il nominativo di colleghi che possano assumere l’incarico professionale relativo alla questione per cui sono fornite informazioni e orientamento, né tantomeno assumere incarichi professionali dal beneficiario dei servizi resi in relazione alla questione affrontata.

Inoltre, tali divieti si estendono anche al coniuge, ai parenti fino al secondo grado, nonché agli associati, ai soci e ai colleghi che esercitano nello studio del professionista che abbia prestato l’attività di sportello. Il rifiuto immotivato di fornire il servizio o la mancata presenza dell’avvocato nel turno di riferimento senza valido motivo sono cause di esclusione dall’elenco.


Potrebbe interessarti: I Dialer: cosa sono e come funzionano

In conclusione, si rende noto che i Consigli dell’Ordine dovranno istituire lo Sportello del Cittadino entro e non oltre il 30 novembre 2013.

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica