Attacco hacker in Italia: cosa rischia l’economia?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
30/05/2022

Gli hacker russi hanno annunciato che è l’Italia il nuovo obiettivo dei loro prossimi attacchi. La cyber intelligence è già stata pre allertata e sono state messe al vaglio tutte le misure di sicurezza del caso. Quali sono i rischi per la struttura italiana? Cosa rischia in particolare l’economia?

cyberspace-gb3a4c7733_1920

L’Italia è l’oggetto dell’attacco hacker informatico russo: l’offensiva sarà lanciata questa ma nella mattinata odierna alle ore 05:00, come è stato annunciato da Killnet. Nel dettaglio l’idea è quella di lanciare un colpo irreparabile all’Italia e alle sue strutture, in moda da metterla in ginocchio. Sarò effettivamente così? Dopo il recente tentativo si sabotaggio all’Eurovision è bene aspettarsi attacchi ben peggiori, stanti anche dei meccanismi di difesa non eccelsi.

Cosa rischia l’Italia?

Attacco informatico: Italia in allerta

cyber-security-3400657_1920

L’allerta di un nuovo attacco informatico contro l’Italia ha messo immediatamente in allerta tutte le strutture preposte al controllo, a partire in particolare dal Csirt. L’Agenzia per la cybersicurezza ha infatti ordinato di “implementare con effetto immediato le azioni per mitigare le vulnerabilità, mantenendo un attento controllo sulle infrastrutture It h24”.

L’iniziativa è stata lanciata sul gruppo Telegram di riferimento, in cui si legge: “30 maggio – 05:00 il punto d’incontro è l’Italia!” I presagi per un attacco ci sono, bisognerà ora valutare la portata e la capacità di recare danno alle nostre infrastrutture.

Attacchi hacker: cosa si rischia?

Attacco hacker in Italia: cosa rischia l’economia?

Valutiamo ora quali potrebbero essere i rischi di un attacco informatico e perché sonno così temuti dai governi dei paesi. Ogni volta che si sente parlare di attacco informatico, non sempre si ha ben chiaro cosa può accadere. Un attacco ha di solito un obiettivo ben preciso, che può essere il sito di un ente governativo, di un ministero o una banca dati. Qualora l’offensiva dovesse avere successo, anche parzialmente, il rischio è quello di un effetto domino.

Sarebbero in seguito colpite tutte le piattaforme meno resistenti agli attacchi, che dunque verrebbero messe in ginocchio anche irreparabilmente. I rischi maggiori dunque sono quelli legati alla pubblica amministrazione e all’economia di un paese.