Aumento bolletta del gas: fattura mensile per controllare i costi

Camilla Principi
  • Dott. in Scienze della Comunicazione
26/09/2022

Il costo del gas preoccupa consumatori e autorità dell’energia: proprio per questo l’Arera ha accolto la richiesta di poter richiedere una bolletta mensile e non più bimestrale. Vediamo perché .

bollette-2

Il costo dell’energia elettrica continua a salire, così come il gas che sembra aver toccato nuovi ed inquietanti quotazioni sui mercati: i prossimi mesi, secondo analisti ed esperti, il caro bollette si farà sempre più pressante creando non pochi problemi ad aziende e cittadini.

E così l’Autorità per l’energia (Arera), accogliendo una richiesta dell’Unione nazionale dei consumatori, ha deciso di inserire  nuovi metodi di determinazione delle tariffe per il mercato tutelato.

La fluttuazione del costo del gas e dell’energia ha indotto l’Arera a valutare una fatturazione non più solo bimestrale ma anche mensile, questo in virtuà

dell’esigenza di prevedere una maggiore periodicità di fatturazione nell’ambito del servizio di tutela così da permettere ai clienti finali di conoscere più frequentemente la propria spesa e di redistribuire i pagamenti delle bollette su più mesi

Bollette del gas mensili e non più trimestrali

gas prezzo

Proprio per questo, per tutelare i consumatori, l’autorità ha deciso di sganciarsi totalmente dal Ttf di Amsterdam ma usando come riferimento la media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso PSV italiano. Una soluzione che dovrebbe contenere i rialzi del gas, garantendo così una bolletta meno costosa.

In questo mondo l’aggiornamento delle tariffe dei consumi avverrà su base mensile e non più trimestrale.
Altra grande novità la scelta di separare le variazioni di prezzo relative all’elettricità da quelle sul gas: in pratica alla fine del mese verrà aggiornato solo il costo della luce per i classici tre mesi mentre, per determinare il costo del gas del mese di ottobre, dovremo attendere fino ai primi di novembre