Auto: al via i nuovi incentivi

Il settore dell’automobile sta vivendo uno dei periodi più negativi della storia, con i livelli di vendita che si sono abbassati come negli anni 70′. Il governo sta valutando delle modalità d’intervento per far riprendere il settore, predisponendo degli incentivi ad hoc. Vediamo quali sono e di cosa si tratta.

Auto, Elettriche

Sembra ormai essere scontata l’entrata in vigore di nuovi incentivi per il settore dell’automobile, uno dei settori che più sta soffrendo la crisi energetica e dei materiali in corso ormai da quasi un anno. Cosa farà il governo per migliorare la situazione? Il nuovo decreto è stato ideato dal Ministro Giorgetti, approvato dalla Corte dei Conti, tra pochissimo sarà del tutto operativo.

Vediamo di cosa si tratta e quali ambiti riguarda.

Incentivi auto: ecco per quali vetture

bollo-auto-1200×675

Dato il periodo storico, gli incentivi saranno particolarmente rivolti alle auto full electric. Per questa tipologia di auto sarà possibile richiedere un bonus da tre mila se il prezzo è entro i 35 mila euro. A questi però potranno essere aggiunti altri due mila euro in caso di aggiunta della rottamazione di un altro veicolo, purché di classe inferiore all’euro 5.

A finanziare questa manovra sono stati stanziati un totale di circa 650 milioni di euro, che verranno utilizzati da qui fino al 2024. Ma le novità non finiscono qui: vediamo gli altri incentivi.

Incentivi anche per le ibride

Auto, Elettriche

Gli incentivi continuano però anche per le auto ibride, per le quali aventi un prezzo di massimo 45 mila euro sarà possibile richiedere un incentivo da due mila euro, a cui potranno aggiungersi, come nel caso delle full electric, altri due mila euro in caso di rottamazione di un veicolo al di sotto dell’Euro 5.

Il bonus può essere concesso solamente alle persone fisiche, non a società o altre enti interessate. Solo una piccola parte dei fondi destinati è utilizzabile dalle società di car sharing, per sostituire i veicoli a benzina o diesel in giro per l’Italia.

 

 

Lascia un commento