Auto senza conducente: da oggi sarà legale

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/07/2022

Il mondo dell’automobile sta vivendo uno dei periodi più bui della storia, sia per la crisi delle materie prime che per l’aumento dei prezzi dei carburanti. Ma il mercato sta per cambiare radicalmente: per quale motivo? Scopriamolo insieme nel seguente articolo.

Auto, Elettriche

Le automobili sono uno degli effetti più tangibili e rivoluzionari dell’evoluzione tecnologica dell’umanità. Essere infatti in possesso di veicoli che potesse consentire di viaggiare per molti kilometri in modo sempre più rapido fu una delle più grandi conquiste. Ora tale universo si sta per arricchire di una nuova pietra miliare: le auto senza pilota.

La Convenzione di Ginevra ha infatti dato il via libera ai veicoli senza conducente a partire dal 14 Luglio 2022: approfondiamo insieme la vicenda.

Auto senza conducente: il via dalla Convenzione di Ginevra

assicurazione auto incidente-2

Alcune date entrano nella Storia di diritto, ma in questo caso il 14 Luglio ha ben due motivi per essere ricordato: oltre alla famosa presa della Bastiglia, ora questa verrà ricordata per l’introduzione definitiva delle auto senza conducente. La Convenzione di Ginevra, l’insieme delle norme di diritto dell’uomo, ha infatti reso possibile il circolare di tali veicoli, passaggio che avverrà ovviamente in modo graduale.

Il concetto di guida senza pilota è ormai in fase di sviluppo da moltissime case automobilistiche, che intendono svilupparlo per aumentare la sicurezza sulle strade. Quale futuro ci aspetta?

Auto senza conducente: futuro lontano o quasi realtà?

Auto, Del

Con il via libera della Convenzione di Ginevra ora gli stati potranno iniziare a pensare al futuro delle strade in ottica di veicoli senza pilota. Ma bisogna placare i sogni dei visionari: tale passaggio richiederà decenni e non avverrà nel prossimo futuro. Per avere un sistema efficiente di auto senza pilota, è necessario dapprima essere in possesso di strade intelligenti.

Ogni veicolo infatti sarà agganciato ai tracciati predefiniti, seguendo itinerari fissati dal proprietario del veicolo, quello che oggi chiamiamo ancora conducente. Quel che è certo è che il settore automobilistico subirà delle modifiche rilevanti da qui a 50/60 anni.