Avvisi bonari Inps, artigiani e commercianti: tempi stretti per regolarizzare i contributi

L’Inps invia avvisi bonari agli artigiani e commercianti per regolarizzare i contributi IVS 2022 entro 30 giorni, evitando sanzioni. È possibile consultare gli avvisi tramite il cassetto previdenziale online e pagare ratealmente, se necessario.

12-inps-ansa

L’Inps sta inviando agli artigiani e commercianti che non hanno ancora versato i contributi IVS 2022 degli avvisi bonari di pagamento come invito a regolarizzare la loro posizione previdenziale. Questi avvisi sono concessioni di tempo di 30 giorni per effettuare i pagamenti scaduti da tempo, altrimenti potrebbero essere avviate procedure esecutive.

Avvisi bonari per artigiani e commercianti in ritardo con i contributi IVS 2022

INPS

L’Inps ha inviato agli artigiani e commercianti iscritti alle gestioni autonome degli avvisi bonari riguardanti i contributi del 2022. Questi avvisi, non essendo cartelle esattoriali, sono un richiamo a regolarizzare la propria posizione previdenziale. È importante approfittarne per mettersi in regola, anche attraverso pagamenti rateali. Gli avvisi riguardano i trimestri scaduti nel 2022 e febbraio 2023 per gli iscritti alle gestioni degli artigiani e commercianti presso l’Inps.

Come consultare gli avvisi bonari

Secondo quanto spiegato dall’Inps, gli avvisi bonari sono accessibili ai contribuenti artigiani e commercianti attraverso il cassetto previdenziale specifico presente sul sito web dell’Inps.

Per consultarli, è necessario accedere al portale Inps utilizzando le proprie credenziali digitali (Spid, Cie o Cns) e seguire il percorso: Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti – Posizione Assicurativa – Avvisi Bonari. Inoltre, viene inviata un’email di avviso ai titolari della posizione contributiva e ai loro intermediari che hanno fornito l’indirizzo email tramite il cassetto previdenziale.

Scadenza e conseguenze dell’avviso bonario

Una volta ricevuto l’avviso bonario, si dispone di 30 giorni per regolarizzare la propria posizione e evitare sanzioni e azioni di recupero. È importante conservare la prova di pagamento e inviare una comunicazione scritta all’Inps per confermare l’avvenuto versamento dei contributi, se già effettuato. Il mancato adempimento entro il termine stabilito potrebbe portare all’avvio di procedure esecutive con costi aggiuntivi a carico del contribuente.

Opportunità di pagamento rateale

L’invio degli avvisi bonari offre ai contribuenti l’opportunità di mettersi in regola anche mediante pagamenti rateali. Questa soluzione permette di dilazionare l’importo da versare, facilitando la gestione finanziaria dei contribuenti. È consigliabile valutare attentamente questa opzione per adempiere agli obblighi contributivi senza subire ulteriori

Lascia un commento