Avvisi bonari partite Iva: le direttive dell’Agenzia delle entrate

22/10/2021

L’Agenzia delle entrate ha reso note le modalità per pagare gli avvisi bonari della definizione agevolata del decreto Sostegni. Nel decreto entrato in vigore il 18 Ottobre 2021 sono state rese note le scadenze anche per le partite Iva.

agenzia-delle-entrate

Sono state fornite le istruzioni per le partite Iva che hanno avuto perdite di fatturato nel 2021. L’Agenzia delle Entrate le ha rese note in seguito a richieste di chiarimenti in merito agli assegni bonari, pubblicati nel provvedimento dell’Amministrazione Finanziaria del 18 Ottobre.

La norma è stata strutturata seguendo le disposizioni in materia dell’articolo 5 del decreto Sostegni. Scopriamo dunque le novità in materia e cosa prevede il Provvedimento.

Avvisi bonari per partite Iva: ecco le istruzioni

AGENZIA DELLE ENTRATE

I provvedimenti sono stati ideati per i soggetti che soddisfano i seguenti requisiti:

  • le partite IVA deve essere attiva dal 23 marzo 2021;
  • tra il 2020 e il 2019 devono aver subito un calo di fatturato superiore al 30%.

I soggetti che non devono redigere la dichiarazione Iva, si fa riferimento ai costi e ricavi che vengono alla luce dalle dichiarazioni dei redditi 2019 e 2020. I contribuenti possessori di partite Iva devono attenersi alle linee guida dettate dal Provvedimento del 18 Ottobre 2021, emesso dall’Agenzia delle Entrate.


Leggi anche: Bitcoin in Italia: le tasse imposte dall’Agenzia delle Entrate

La cifra da pagare viene stabilita automaticamente e le somme vanno versate entro 30 giorni da quando si viene a conoscenza.

Come si effettuano i pagamenti: a rate o a tranche unica?

money-gfb49fa4e0_1920

Come detto, le somme risultanti sono verificate tramite controlli automatici e si basano sulle dichiarazioni rese note al 31 Dicembre 2017 e al 21 Dicembre 2018. Ma cos’è la dichiarazione agevolata di cui tanto si parla? Tra le disposizioni previste dal decreto Sostegni, vi è quella appunto che consente di non pagare le sanzioni contenute nell’avviso bonario.

Le modalità di pagamento previste sono due:

  • entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione di irregolarità, in caso di versamento in un’unica soluzione;
  • optando per la rateizzazione delle somme dovute.

Tutti i soggetti che accettano i pagamenti, dovranno comunicare l’accettazione tramite un’autodichiarazione contenente i limiti previsti dagli Aiuti di Stato.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica