Avvocati, bonus 1.000 euro per i figli: requisiti e domande

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
11/10/2022

Avvocati: la Cassa Forense ha pubblicato il bando n. 10/2022 avente ad oggetto il bonus 1000 euro per i figli dei professionisti iscritti. Il contributo è riservato a chi è in possesso di determinati requisiti e la procedura di domanda sarà attiva fino al 15 dicembre 2022. Vediamo nel dettaglio quando spetta il bonus e come richiederlo.

lawyer-with-smartphone-min

È in arrivo un particolare bonus destinato agli avvocati: chi è iscritto all’albo e ha un figlio a carico nato o adottato dal 1° novembre 2019 al 15 dicembre 2022 potrà beneficiare di un contributo di 1.000 euro.

Le domande vanno inviate seguendo l’apposita procedura messa a disposizione sul sito dell Cassa Forense: vediamo nel dettaglio come funziona.

Bonus figli avvocati: cos’è e come richiederlo

Happy mom combining freelance work and motherhood
ì

È stato pubblicato il bando n. 10/2022 della Cassa Forense, relativo al contributo di 1.000 euro riconosciuto agli avvocati iscritti con figli piccoli a carico.

Il bando descrive i criteri e le modalità di domanda per i figli nati/adottati/affidati dal 1° novembre 2019 al 31 dicembre 2021. Il contributo viene erogato in unica soluzione ed è pari a 1.000 per ciascun figlio.

La domanda per l’assegnazione del bonus deve essere inviata entro le ore 24 del 15 dicembre 2022 esclusivamente tramite l’apposita procedura online disponibile sul sito internet della Cassa (www.cassaforense.it).

Insieme alla domanda il richiedente deve allegare:

  • la certificazione o autocertificazione attestante la nascita/adozione/affidamento preadottivo del figlio;
  • l’attestazione in corso di validità alla data di presentazione della domanda o alla data di riscontro alla richies ta di integrazione trasmessa dalla Cassa.

Bonus 1.000 euro figli avvocati: i requisiti

court-hammer-books-judgment-law-concept (1)-min

Il contributo di 1.000 euro viene riconosciuto a coloro che, alla data di presentazione della domanda:

  • sono iscritti alla Cassa o iscritti all’Albo con procedimento di iscrizione alla Cassa in corso;
  • non risultano sospesi o cancellati dall’Albo, ai sensi dell’art. 20 della L. n° 247/12;
  • sono in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa (modelli 5);
  • hanno un reddito netto professionale dichiarato nel Modello 5/2022 non superiore a 50.000 euro;
  • hanno prodotto un reddito netto professionale da attività forense inferiore a 50.000 euro;
  • non erano tenuti all’invio del Modello 5/2022.