Benzina: dove costa meno in Europa?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
20/03/2022

I rincari sulla benzina e sul diesel stanno colpendo praticamenti tutti i paesi europei, ma ce ne sono alcuni che sono riusciti a limitare in modo maggiore l’impatto degli aumenti. Vediamo quali sono i paesi con i prezzi dei carburanti più convenienti.

refuel-gfc09bca9f_1920

Quello del costo dei carburanti è uno de temi più dibattuti nelle ultime settimane, con i prezzi che hanno raggiunto picchi che non si vedevano da anni. In questi ultimi giorni, i governi di vari paesi europei stanno mettendo in campo misure volte a calmierare i rincari, ma gli effetti non sono uguali per tutti.

Ma quali sono i paesi europei dove costa meno fare un pieno di benzina? Scopriamolo nel seguente articolo.

Benzina: dove costa meno?

fuel-1596622_1920

In tutta Europa, l’Italia è uno dei Paesi che registra il costo della benzina più alto, con un prezzo medio di 2,193 euro al litro. Ad oggi, la superano solamente:

  • i Paesi Bassi, con un prezzo medio di 2,222 euro al litro;
  • la Finlandia, con un prezzo medio di 2,221 al litro;
  • la Germania, con un prezzo medio di 2,202 al litro.

Il costo della benzina resta alto anche in Svizzera (1,909 euro al litro) e in Francia e Austria (prezzo medio di 1,987 euro al litro).

Tra i Paesi del continente che registrano il prezzo più basso della benzina, invece, troviamo:

  • la Russia, con un prezzo medio di 0,394 euro al litro;
  • la Bielorussia (0,600 euro al litro);
  • l’Ucraina (1,104 euro al litro);
  • la Turchia (1,266 euro al litro);
  • l’Ungheria (1,284 euro al litro);
  • Malta (1,340 euro al litro);
  • la Moldavia (1,352 euro al litro).

Il caso della Slovenia

refuel-ge9a1e86f3_1920

Particolare, infine, è il caso della Slovenia: negli ultimi giorni, infatti, si sono create code al confine con il Friuli-Venezia Giulia, a causa dei tanti italiani disposti a fare chilometri per effettuare il pieno nello Stato ad est dell’Italia.

Il motivo è semplice: oltre al fatto che, già di per sé, il prezzo della benzina sia più basso rispetto a quello italiano di ben 40 centesimi al litro, il governo sloveno ha imposto un tetto massimo al costo dei carburanti, bloccando a 1,503 euro al litro la benzina e a 1,541 euro il diesel.