Bollette: come spendere meno?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
14/10/2022

Per cercare di sborsare meno denaro possibile per le bollette, l’Arera ha elaborato una nuova misura molto interessante, che consentirà di risparmiare alle famiglie e alle imprese. Si tratta della fatturazione delle bollette a rate: in questo modo non si dovrebbe avere un esborso eccessivo. Vediamo nel seguente articolo come sfruttare questa possibilità.

caro-bollette-infografica-costo-energia-elettrodomestici

Come funziona la rateizzazione delle bollette concessa da Arera?. Il caro bollette sta diventando un problema molto serio, non a caso per il quarto trimestre sono previsti aumenti ancor più importanti dei prezzi di energia e gas. Con questa nuova misura il prezzo delle bollette verrà frazionato mensilmente, onde evitare di avere un esborso troppo elevato in un’unica tranche.

Come funziona e chi può richiedere la rateizzazione?

Caro bollette: nuove tariffe per il quarto trimestre 2022

Bollette

Arera ha elaborato una serie di novità in tema bollette. Una delle principali è quella del nuovo sistema di aggiornamento delle tariffe delle bollette: non sarà più trimestrale ma avverrà ogni mese, sarà ex post e non più ex ante come di consueto, disgiungendo così le variazioni di prezzo relative all’elettricità da quelle sul gas.

La fatturazione mensile sarà concessa soprattutto alle imprese e non solo alle famiglie italiane. Le Associazioni dei consumatori hanno reagito con perplessità, ritenendo che la misura non sia del tutto adeguata alla risoluzione del caro bollette.

Arera: come richiedere la rateizzazione?

bollette-calcolo

L’autorità per l’energia ha inoltre previsto la possibilità di rateizzare le bollette eccessivamente care. Questo avverrà permettendo la fatturazione mensile e non ogni due mesi: in questo modo si andrebbe a gravare il meno possibile sul portafoglio delle famiglie italiane. Questo però sarà possibile solamente per coloro che hanno accesso al mercato tutelato, ossia circa 7,3 milioni di clienti.

L’Autorità nel predisporre la rateizzazione ha tenuto conto:

Dell’esigenza di prevedere una maggiore periodicità di fatturazione nell’ambito del servizio di tutela, così da permettere ai clienti finali di conoscere più frequentemente la propria spesa e di redistribuire i pagamenti delle bollette su più mesi.