Bollette del gas: prezzi in diminuzione con effetto retroattivo

Cambia la metodologia di aggiornamento dei prezzi del gas da parte di Arera. La conseguenza è un effettivo calo dei prezzi con effetto retroattivo. Ma di cosa si tratta?

gas-1822691_1920

Un’ottima notizia per l’utenza che si trova ancora con il mercato maggiormente tutelato. Le bollette del gas per il mese di ottobre infatti saranno di minor entità. Questa svolta deriva dal fatto che Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) ha cambiato il metodo di aggiornamento dei costi della risorsa, riferendosi adesso al Psv (Punto di scambio virtuale italiano) e non più al Tft di Amsterdam.

Da adesso i clienti che si trovano con il mercato tutelato beneficeranno dei primi effetti positivi di questo aggiornamento. Anche se, purtroppo la possibilità è che, questo calo, sia solo passeggero. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Prezzi in diminuzione con effetto retroattivo: cosa significa?

gas bollette

Con la revisione del metodo di aggiornamento, l’Arera ha rivisto i parametri di calcolo per le bollette del gas. Nei giorni a venire comunicherà con effetto retroattivo i prezzi per il mese di ottobre. Tramite questa modifica si andranno a rivedere i parametri tramite i quali sono state calcolate le bollette di ottobre.

Queste bollette sono state in parte già pagate da alcune famiglie e, di conseguenza, i sellers che hanno già fatturato l’acconto dovranno, dopo l’aggiornamento, pagare un conguaglio agli utenti.

Prezzi in diminuzione con effetto retroattivo: perché?

banconote-money-euro

Per capire come mai il prezzo del gas  subisce queste grandi variazioni dobbiamo, anzitutto, considerare la non facile situazione ambientale ed energetica.

  • il clima insolitamente caldo in Europa consente alla popolazione di ritardare l’accensione dei riscaldamenti con conseguente moderazione della domanda energetica.
  • rallentamento della crescita che trova come naturale conseguenza la riduzione dei consumi
  • le scorte di gas europee al 95% che bloccano gli acquisti e la spirale dei rincari

Certo è che, la motivazione principale del calo delle bollette di ottobre si deve ad Arera ed alla sua decisione di passare ai parametri del Psv. Infatti, il Punto di scambio virtuale italiano, è meno esposto a speculazioni e, di conseguenza, meno soggetto a variazioni di grande portata. L’Autorità per l’energia ha anche deciso che, da questo mese, la fatturazione delle bollette del gas sarà mensile invece che trimestrale. Così da poter gestire al meglio l’economia dei propri risparmi evitando anche le cosiddette “maxi-stangate“.