Bollette gas: a Febbraio costeranno di meno

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
08/01/2023

Buone notizie sul fronte bollette per Febbraio 2023: secondo le stime dell’Arera infatti arriverà un deciso calo del prezzo del gas, mentre non si può dire lo stesso per l’energia elettrica. A preoccupare gli esperti sono però i prezzi del prossimo inverno. Approfondiamo insieme la questione nel seguente articolo.

Gas

La crisi energetica seguente alla guerra in Ucraina ha portato disagi enormi alla imprese e alle famiglie, che hanno visto il prezzo delle bollette letteralmente decollare. Questo è avvenuto a causa della chiusura dei rubinetti da parte di Mosca, che ha fatto schizzare verso l’alto il prezzo del gas. Ad ogni modo, per il mese di Febbraio 2023 è prevista una diminuzione dei prezzi.

Vediamo insieme come mai nel seguente articolo.

Bollette gas: perché diminuiranno a febbraio?

modern-kitchen-stove-natural-gas-burns-with-blue-flame-household-gas-consumption-close-up-selective-focus

Iniziamo cercando di capire come mai le bollette del gas sono previste al ribasso per il mese di Febbraio. La previsione è stata fatta dal presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli:

Per le bollette del gas da febbraio rispetto al mese di gennaio ci sarà probabilmente un forte calo. C’è una diversa metodologia di calcolo delle bollette del gas e dell’elettricità. L’elettricità è già calata del 20% e ieri per quanto riguarda il gas c’è stato un aumento del 23%. Ma dal prossimo mese ci sarà un forte calo. Pertanto ci sono segnali positivi anche perché c’è il petrolio che per il momento ci salva, è molto debole.

Altro buon segnale è in arrivo dalle scorte di gas: il clima non proprio rigido di questo inverno ha fatto in modo che gli italiani non consumassero un quantitativo normale di gas.

Gas: preoccupa l’inverno 2024

Gas

A preoccupare gli esperti sono però le stime per il prossimo inverno, visto che i prezzi sono previsti essere in netta crescita e vi è forte incertezza sul mercato. Come spiegato da Tabarelli:

C’è il problema del prossimo inverno perché sostituire tutti i volumi che abbiamo nelle scorte, che sono soprattutto del gas naturale russo, sarà molto difficile senza la Russia. Ecco perché abbiamo bisogno di rigassificatori e la notizia a notizia che in Germania vanno avanti spediti in questa direzione è positiva.

L’obiettivo per l’Italia sarebbe di averne 3. Staremo a vedere cosa farà il governo per sistemare la vicenda.