Bollette: in arrivo nuovi aiuti per imprese e famiglie

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/04/2022

Il governo sta cercando disperatamente risorse per assistere le famiglie e le imprese italiane a superare il momento di difficoltà, ove le spese sono al massimo. Una soluzione per evitare un eccessivo sforamento di bilancio potrebbe venire dalle rinnovabili e dagli extra profitti: di cosa si tratta? Approfondiamo la questione.

energia verde vento eolica

Il governo è al lavoro per cercare le risorse in grado di consentire aiuti di ordine superiore ai 6 miliardi previsti dal Def. Si ritiene necessario infatti procedere con il procacciamento di somme ulteriori, onde evitare che gli aiuti stanziati con il Def risultino essere non sufficienti.

Tra i settori che destano più preoccupazione, vi è senza dubbio quello dell’energia e dei carburanti: per quest’ultimo in particolare nel mese di Maggio terminerà lo sconto di 25 centesimi del governo.

Aiuti per famiglie e imprese: aumentano gli investimenti sulle rinnovabili

Energia

Uno dei punti cardine per mitigare l’aumento dei costi dell’energia e, di conseguenza, delle bollette, è quello di aumentare gli investimenti sulle energie rinnovabili. L’Italia risulta essere molto carente sotto questo punto di vista, ma anche in possesso di enormi potenzialità. Gli investimenti a favore delle rinnovabili sono un tema che mette d’accordo la Maggioranza, dunque il via libera sembra scontato.

Le somme destinate dovrebbero aggirarsi intorno ai 2 miliardi di euro, ma si tratta solo di una stima non ufficiale. Bisognerà attendere per avere valori più certi. In quali altri ambiti sarà possibile trovare le risorse?

Bollette: come utilizzare gli extra profitti delle imprese?

energia rinnovabile aziende it

Una valida alternativa per il consumo dell’energia è quella degli extra profitti delle imprese: utilizzando questi infatti si andrebbe a ridurre l’impatto del fabbisogno energetico italiano, utilizzando energia già in possesso. La richiesta di accedere a questa fonte particolare arriva direttamente dal Movimento 5 Stelle e dal Partito Democratico, che richiedono il prelievo straordinario.

Ulteriori fondi potrebbero essere liberati a sorpresa, in quanto molti dei fondi assistenziali al decreto energia sono ancora in attesa di copertura finanziaria. Questo consentirebbe di utilizzarli per altri scopi, come ad esempio fronteggiare il caro materie prime o confermare i tagli alle accise.