Bollette in aumento? Le previsioni per Natale 2023

Nel 2023, il settore energetico ha mostrato una stabilizzazione significativa rispetto agli aumenti degli anni precedenti. Gli indici di riferimento per l’elettricità e il gas hanno evidenziato valori inferiori, mentre l’incremento dei consumi a dicembre ha comportato un aumento medio di sei euro sulla bolletta per famiglie medie.

Negli ultimi anni, i mesi di novembre e dicembre hanno visto un costante aumento del 22% per l’elettricità e del 28% per il gas. Tuttavia, nel 2023, la situazione si è notevolmente stabilizzata. Gli indici Pun e Psv, indicatori di riferimento per questi settori, hanno segnato valori che riflettono una significativa diminuzione rispetto all’anno precedente. Queste analisi provengono da Switcho, un servizio digitale focalizzato sul supporto al risparmio nelle spese di energia e altri servizi.

Consumi energetici elevati: fattori e impatti

L’aumento dei consumi energetici in questi mesi è stato attribuito al maggior tempo trascorso in casa, all’intensificarsi delle attività culinarie e all’ampio uso di luci natalizie, sia all’interno che all’esterno delle abitazioni.

Incremento dei consumi a dicembre

Il mese di dicembre ha visto un aumento dei consumi dell’11% rispetto a novembre. Questo incremento medio di sei euro sulla bolletta energetica è stato calcolato per una famiglia media di tre persone, la cui consumazione annua si attesta a 2020 kilowattora per l’elettricità e a 940 metri cubi di gas.

Analisi dei costi legati alle luci natalizie

Per quanto riguarda le luci natalizie, l’utilizzo di una catena luminosa di 500 led, accesa per otto ore al giorno dal 7 dicembre al 6 gennaio, comporta un costo energetico inferiore a un euro per l’intero periodo festivo.

Consigli pratici per il risparmio energetico

Le stime dei costi si basano sulle tariffe medie del mercato libero dell’energia. Si suggerisce di confrontare le tariffe disponibili sul mercato al fine di valutare l’efficacia e la convenienza di quella attualmente in uso.

Inoltre, è importante avere presente la differenza tra tariffe fisse e variabili, prendendo in considerazione le possibilità di risparmio e le garanzie di prezzo che ogni tipo di tariffa comporta.