Bollette luce e gas: dal 2022 si possono pagare a rate

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
18/12/2021

Con i previsti aumenti delle bollette nel 2022, il Governo ha inserito la possibilità di rateizzazione di quest’ultime nell’emendamento omnibus presentato al Senato. Scopriamo insieme quali sono le novità previste in merito per il prossimo anno. 

gas-1822691_1920A partire dal 2022 le bollette luce e gas potranno essere rateizzate in 10 rate, a partire dalle fatture emesse da gennaio ad aprile del prossimo anno. Tale novità è compresa nell’emendamento omnibus presentato dal Governo in Senato, che riguarda anche il taglio dell’Irpef e Irap e il rifinanziamento del bonus tv.

Bollette 2022: possibilità di rateizzazione

light-bulb-close-upL’obiettivo della rateizzazione delle bollette inserita nella norma contro il caro bollette è quella di contenere gli aumenti dei prezzi del gas, e di conseguenza dell’energia elettrica, che riguarderanno il primo trimestre del 2022. Dal prossimo anno sarà possibile pagare le bollette in 10 rate, a partire da gennaio 2022 fino ad aprile del prossimo anno.

In caso di inadempienza dei clienti domestici, le imprese dovranno offrire un piano di rateizzazione senza interessi. L’Arera dovrà quindi definire, nel limite di 1 miliardo, gli anticipi da riversare alle imprese per compensare le rate e le modalità di restituzione delle imprese stesse per consentire il recupero da parte della Cassa per i servizi energetici del 70% dell’anticipazione entro il 2022 e della restante quota entro il 2023.

Bonus bollette: cos’è e come funziona

light-bulbs-406939_1920A partire da luglio 2021 è entrato in vigore il bonus bollette, il quale consiste in uno sconto sull’importo totale dovuto sulle utenze del gas e dell’energia elettrica. Per beneficiare del bonus è necessario appartenere alle seguenti categorie:

  • famiglie composte da un massimo di tre membri e con un reddito massimo di 8265 euro all’anno;
  • famiglie con quattro membri o più e con un reddito che non superi i 20mila euro all’anno;
  • i titolari e i beneficiari di reddito di cittadinanza o di pensione di cittadinanza;
  • i malati gravi che fanno uso di apparecchiature salvavita.

Non è necessario fare richiesta dell’agevolazione, in quanto viene applicata direttamente sulle bollette.

Inoltre, per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica, a partire da gennaio 2021, sono già previsti i seguenti sconti:

  • 128 euro per le famiglie con 1-2 componenti
  • 151 euro per le famiglie con 3-4 componenti
  • 177 euro per le famiglie numerose con più di 4 componenti

Per quanto riguarda invece l’agevolazione per le bollette del gas, quest’ultimo viene calcolato in base alle modalità di utilizzo che se ne fa e in base anche (e soprattutto) alla zona climatica in cui si risiede.