Bollette luce e gas: tutte le agevolazioni

Luce e gas +200%: stangata in arrivo su famiglie, professionisti e imprese. Ecco chi può detrarre le bollette di luce e gas e recuperare una parte di quanto speso.

light-bulbs-406939_1920

Le bollette di luce e gas diventano sempre più care impattando negativamente sulle finanze di famiglie, professionisti e imprese. Oltre agli interventi da parte del Governo, sono disponibili anche altre soluzioni per provare a ridurre questi costi in modo indiretto attraverso le detrazioni e le deduzioni in dichiarazione dei redditi.

Non tutti possono però percorrere questa strada: vediamo nel dettaglio chi può detrarre le bollette di luce e gas.

Chi può detrarre le bollette

bollette-pazze-87204404

Le agevolazioni fiscali sulle bollette spettano solo ai titolari di Partita Iva e alle imprese, potendo così recuperare una parte di quanto speso per i consumi.
I costi sostenuti con finalità produttive da liberi professionisti, lavoratori autonomi e imprenditori individuali possono dunque essere portati in deduzione o in detrazione dalla dichiarazione dei redditi.

Le bollette luce e gas relative ad utenze business rappresentano per le Partite Iva un costo deducibile, ossia una voce di spesa che viene sottratta al calcolo del reddito imponibile, riducendo le somme soggette a tassazione Irpef (per le persone fisiche) o Ires (sui redditi delle società). Se l’utenza intestata al professionista o all’impresa viene utilizzata solo in parte a fini lavorativi, la deduzione delle spese spetta nella misura del 50%.

La quota di spesa relativa all’IVA – che per le utenze business è pari al 22% – può invece essere portata in detrazione dell’imposta lorda. La detraibilità dell’Iva è commisurata alla suddivisione delle spese tra uso personale e lavorativo.

Il professionista o l’imprenditore che intende ottenere le agevolazioni fiscali deve rispettare il principio di certezza e indicare all’interno della bolletta luce e gas il proprio nome o quello dell’impresa che utilizza la fornitura e il numero di partita iva.

Nel caso in cui la partita iva rientra in un sistema agevolato come il regime forfettario, non si ha possibilità alcuna di deduzione dei costi di luce e gas.

Bonus bollette 2022 per partite iva e imprese

bonus

In aggiunta al sistema di agevolazioni strutturali di deduzioni e detrazioni, nel 2022, il Governo ha previsto alcune misure per calmierare i costi delle bollette luce e gas per partite iva e imprese.
Il Decreto Energia (dl 17/2022 convertito in legge 34/2022) ha introdotto dei bonus nel caso di rincari superiori al 30% dei costi ordinari, tra cui:

  • l’azzeramento degli oneri di sistema sulle bollette
  • il riconoscimento di un credito di imposta del 20% delle spese energetiche sostenute durante l’anno;
  • un credito d’imposta del 15% sui consumi di gas.