Bollette, nuovi aumenti: cosa cambia da ottobre

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
29/09/2022

Ad ottobre i cittadini incorreranno in nuovi aumenti delle bollette di luce e gas. Inoltre, le modalità di pagamento potrebbero essere modificate, in modo che le bollette del gas diventino mensili.

bollette-2

Secondo quanto dichiarato dal presidente di Arera, Stefano Besseghini, nei prossimi mesi si attende una “variazione estremamente rilevante per i consumatori” che riguarderà le bollette di luce e gas.

Oggi, 29 settembre, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente comunicherà le nuove tariffe per il prezzo dell’elettricità sul mercato tutelato mentre a novembre verranno annunciate le variazioni sul costo del gas.

Bollette in aumento: le stime

entrepreneur-working-with-bills

La società indipendente di ricerca Nomisma Energia stima che l’aumento delle bollette potrebbe raggiungere quota 60%, con l’elettricità che arriverebbe a 66,6 centesimi a kWH, circa 25 centesimi in rialzo rispetto al trimestre precedente.

Inoltre, a cambiare saranno anche le modalità di pagamento delle bollette. Infatti, quelle della luce per il momento resteranno trimestrali, mentre quelle del gas sul mercato tutelate diventeranno mensili.

Secondo i calcoli di Facile.it, i rincari sul gas saranno ancora più forti di quelli sulla luce e potrebbero raggiungere il 120%. Si tratterebbe – per una famiglia ‘tipo’ – di una spesa di 317 euro al mese (circa 173 euro in più rispetto ad adesso).

In attesa dell’insediamento del nuovo governo Meloni, che dovrà presto affrontare la crisi energetica, si guarda ancora una volta a un programma di investimenti in fonti rinnovabili e accumulabili. L”amministratore delegato di Terna, Stefano Donnarumma, durante l’Italian energy summit ha dichiarato:

Se già oggi il prezzo dell’energia elettrica fosse dipendente solo dal costo industriale delle fonti rinnovabili e non, come oggi accade, ancorato al costo della produzione a gas, il prezzo di riferimento della componente energia della bolletta dell’ultimo trimestre sarebbe inferiore di quasi il 90%.

Un altro fronte su cui si lavora è quello delle scorte di gas, nel tentativo di tagliare la dipendenza dalla Russia ed evitare un inverno al freddo.