Bollette: presto in arrivo nuovi sostegni

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/06/2022

Il governo sta cercando di trovare una risposta per risolvere il problema dei prezzi delle bollette, che preoccupano in particolare per il terzo ed il quarto trimestre del 2022. Un nuovo decreto è in arrivo, ma si sta cercando di capire dove trovare i soldi per finanziare i nuovi bonus: approfondiamo la questione.

bollette

La questione bollette complica le valutazioni del governo, in particolare si sta ragionando se effettuare un nuovo decreto apposito per rispondere all’emergenza a seguito della guerra in Ucraina. Il decreto andrà a finanziare un nuovo bonus o nuovi sostegni: ma da dove vengono i fondi?

L’idea è quella di utilizzare l’extra gettito fiscale che lo Stato sta incassando in questi mesi: vediamo come.

Nuovo decreto bollette: da dove arriveranno i soldi?

bollette-2

Il nuovo decreto bollette potrebbe essere più che un bisogno, una necessità, in quanto la condizione economica degli italiani è fortemente a rischio e senza interventi statali forti ci potrebbe essere il rischio di una ecatombe sociale. Il provvedimento arriverà dunque entro due settimane, ed oltre alle bollette, includerà anche gli aumenti del prezzo di benzina e diesel.

Resta da sciogliere il nodo finanziamenti: come verrà finanziato l’intervento? Secondo le prime indiscrezioni il governo ha intenzione di utilizzare i soldi di extra-gettito che si andranno ad incassare in questi mesi del 2022.

Extra-gettito fiscale: a quanto ammonta?

bollette-calcolo

Secondo i calcoli degli esperti del Ministero dell’Economia e delle Finanze, nei primi quattro mesi del 2022 si è assistito ad un aumento del 18,1% delle entrate statali derivanti dall’imposizione fiscale. L’impennata è superiore di circa 3,3 volte quella che il Def aveva ipotizzato ad Aprile 2022, in risposta al peggioramento della situazione economica mondiale.

A preoccupare è l’aumento dell’inflazione, con i prezzi in particolare dell’alimentare in crescita del 10% in media. Tradotto in soldi, l’extra gettito dovrebbe essere di 5 o 6 miliardi di euro, soldi che verranno immediatamente incanalati nei nuovi bonus per le bollette e i carburanti.