Bollette: quanto farà risparmiare l’ora legale?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/10/2022

Nel weekend in arrivo, tornerà anche l’ora legale, dopo che i 27 paesi dell’Unione Europea sono stati chiamati a scegliere se mantenere l’ora solare o continuare l’alternanza con l’ora legale. L’Italia, come anche la Spagna, hanno optato per l’alternanza, mentre altri no: questo porterà a un risparmio in bolletta?

Energia

Sta per arrivare il cambio dell’ora, che avverrà nella notte tra sabato 29 Ottobre e domenica 30 Ottobre. Bisognerà spostare le lancette indietro di un’ora: così facendo si andrà a guadagnare in prospettiva un’ora di luce. In questo modo, sempre rispetto all’ora solare, si potrà risparmiare molto sulle bollette, che di questi tempi è un’ottima realtà.

Vediamo nel dettaglio quanto si potrà risparmiare mantenendo l’alternanza tra ora legale e ora solare.

Energia: quanto si è risparmiato con l’ora legale?

energia rinnovabile aziende it

Vediamo quali sono gli effettivi risparmi portati dall’utilizzo dell’ora legale in Italia. Altroconsumo ha specificato che, solo nei sette mesi del 2022 in cui questa è stata applicata, si sono risparmiati oltre 190 milioni di euro, una cifra enorme derivante soprattutto dall’aumento del prezzo dell’energia. L’ente dei consumatori ha proseguito che in tempi del genere, utilizzare l’ora legale è un ottimo metodo per risparmiare.

Il risparmio in termini di kilowattora sarà di circa 420 milioni: sarebbe il fabbisogno annuo di circa 150 mila famiglie italiane.

Ora legale: quanto farà risparmiare nel 2023?

caro-bollette-infografica-costo-energia-elettrodomestici

Vediamo ora quanto farà risparmiare l’ora legale nel 2023, considerando le previsioni per la crescita del prezzo dell’energia. Il Centro Studi di Conflavoro Pmi, porterà ad un risparmio di circa 2,7 miliardi di euro tra famiglie ed imprese: una cifra molto importante. La stima è basata sull’ultimo fabbisogno energetico, pari a 318,1 miliardi di KWh rinnovabili comprese.

Le stime sono calcolate sul prezzo corrente dell’energia fornito da Arera:  ossia 0,51 euro/KWh calcolato al momento per il mese di ottobre 2022. La ripresa economica, derivante soprattutto dal miglioramento della situazione della guerra in Ucraina, è ancora lontana e vanno trovate tutte le soluzioni possibili.