Bollette riscaldamento: come risparmiare chiudendo i termosifoni

La chiusura di alcuni termosifoni in stanze non troppo utilizzate può aiutare a riddurre il prezzo in bolletta? Andiamo insieme a vedere la risposta.

Termosifoni

Stiamo entrando nel cuore dell’inverno e per famiglie italiane è arrivato il momento di trovare il giusto compromesso per riscaldare il proprio ambiente domestico. Quest’anno dopo lo scoppio della guerra in Ucraina e l’inflazione che continua a salire, i costi energetici sono più che raddoppiati. Il prezzo del gas ha raggiunto livelli mai visti.

Una delle soluzioni più comuni ed utilizzate dagli italiani per il riscaldamento domestico è quella dei termosifoni. Andando però a guardare il costo del gas salito enormemente, questa soluzione rischia di diventare molto dispendiosa se non usata con cautela. Possiamo comunque usare degli accorgimenti per ridurre il consumo del gas. Uno tra tutti potrebbe essere quello di chiudere i termosifoni ubicati nelle stanze meno utilizzate della casa. Vediamo quindi insieme di quanto conviene.

Spegnere alcuni termosifoni fa risparmiare?

Termosifoni

Soprattutto per quanto riguarda case grandi tenere accesi tutti i termosifoni può rappresentare un grosso spreco soprattutto se alla fine le stanze utilizzate durante il giorno sono davvero poche. In questo caso ha senso chiudere alcuni termosifoni per far diminuire il costo della bolletta. Quindi, in altre parole, si può evitare di riscaldare inutilmente gli ambienti in cui si trascorre poco tempo chiudendo i radiatori delle stanze vuote.

Inoltre chiudere i termosifoni nelle stanze dove non sono per niente utili ci permetterà anche di aumentare l’efficienza degli altri elementi rimasti accesi. Questo perché il flusso dei radiatori spenti sarà spostato verso gli elementi rimasti accesi. In questo modo avremo termosifoni molto più caldi ed efficienti. Quindi si potrà ridurre ai minimi termini il consumo di energia.

Altri consigli utili

money-2

Esistono altri metodi validi per risparmiare sulla bolletta del gas. In primis è bene controllare della temperature degli ambienti. È importante restare tra i 18 e i 22 gradi. Questo consente di ridurre sensibilmente gli sprechi poiché ogni grado in più che supera questa soglia corrisponde ad un aumento del 6% o del 7% della spesa in bolletta per il riscaldamento. Un altro consiglio è quello di non coprire i termosifoni con indumenti per non disperdere inutilmente il calore e sprecare energia.

Infine occhio anche alla corretta manutenzione di caldaia e radiatori per limitare gli sprechi di energia.

 

Lascia un commento