Bollette, transizione al mercato libero: ecco cosa sapere

La prossima scadenza del mercato tutelato per bollette di luce e gas richiede la transizione al mercato libero, escludendo alcune categorie. Circa 4,5 milioni di italiani non hanno ancora effettuato la scelta, ma lo Stato ha previsto un’opzione di transizione per coloro che sono indecisi.

Bollette

La scadenza del mercato tutelato per le bollette di luce e gas in Italia, rispettivamente prevista per il 1° aprile 2024 e il 10 gennaio 2024, richiede che i cittadini effettuino la transizione verso il mercato libero, cercando l’opzione più conveniente.

Tuttavia, alcune categorie, come gli over 75, i beneficiari di bonus economici, i soggetti della legge 104 e coloro con dispositivi salvavita, non sono interessati da questo cambiamento.

Indecisi e categorie vulnerabili: un’opzione di transizione

bollette-pazze-87204404

Sebbene circa 4,5 milioni di italiani siano inclusi nelle categorie vulnerabili e, di conseguenza, esclusi dalla necessità di fare una scelta immediata, altri 4,5 milioni non hanno ancora effettuato una decisione.

Lo Stato ha elaborato un’opzione di transizione per agevolare la situazione di coloro che non hanno ancora preso una decisione definitiva.

Gas: un’offerta “placet” e la garanzia di fornitura

Nel caso del gas, le forniture saranno garantite anche per coloro che rimarranno nel mercato tutelato, ma con un’offerta chiamata “placet” a prezzo variabile, basata sulla media mensile delle quotazioni nazionali. Tuttavia, i costi di approvvigionamento e commercializzazione rimarranno invariati.

Elettricità: aste territoriali e aspetti non ancora definiti

Per quanto riguarda l’elettricità, il passaggio al mercato libero è organizzato tramite aste territoriali, anche se non sono ancora stati comunicati i nomi degli operatori coinvolti.

In passato, questo metodo si è dimostrato vantaggioso, con alcuni clienti aziendali che hanno ottenuto rimborsi parziali, arrivando a coprire fino al 10% dei costi della bolletta.

Fine del mercato tutelato

L’arrivo della scadenza del mercato tutelato richiede ai cittadini di prepararsi a fare scelte informate e valutare attentamente le opzioni disponibili, considerando le proposte degli operatori nel mercato libero per assicurarsi la soluzione più vantaggiosa.

Lascia un commento