Bonus 1.000 euro lavoratori fragili, domande in scadenza: requisiti e come fare

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
29/11/2022

C’è tempo fino a domani 30 novembre per presentare la domanda per il bonus 1.000 euro lavoratori fragili, il contributo riconosciuto una tantum in caso di assenza dal lavoro nel 2021 per un periodo superiore a quello di comporto (180 giorni). Vediamo nel dettaglio a chi spetta il bonus e come richiederlo.

covid-19-global-economic-crisis

Termina domani 30 novembre la possibilità di richiedere il bonus 1.000 euro lavoratori fragili, l’indennità di 1.000 euro riconosciuta una tantum ai dipendenti del settore privato appartenenti ad una delle categorie fragili che si sono assentati dal lavoro nel 2021 per un periodo superiore a quello di comporto per malattia, pari a 180 giorni.

Vediamo nel seguente articolo come funziona il bonus e come richiederlo.

Bonus lavoratori fragili: cos’è e a chi spetta

top-border-euro-money-notes-min

Il bonus 1.000 euro per i lavoratori fragili consiste in un contributo una tantum ai lavoratori fragili del settore privato che si siano assentati dal proprio lavoro nel 2021 per un periodo superiore a quello di comporto per malattia (180 giorni) e che non dispongono di alcuna copertura economica.

Il bonus è rivolto esclusivamente ai dipendenti del settore privato, nella misura fissa di 1.000 euro:

  • ai lavoratori fragili (in relazione al rischio Covid);
  • ai soggetti che non hanno goduto dell’indennità stabilita dall’articolo 26 del decreto Cura Italia.

Questi, nel dettaglio, tutti i requisiti da rispettare:

  • essere stato, nel corso del 2021, lavoratore dipendente del settore privato e avere avuto diritto, in tale periodo, alla tutela previdenziale della malattia a carico dell’INPS;
  • avere presentato, nell’anno 2021, uno o più certificati di malattia afferenti al comma 2 dell’articolo 26 del decreto-legge n. 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27/2020, in quanto lavoratore in possesso del riconoscimento dello stato di disabilità con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104) o di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita;
  • avere raggiunto, nell’anno 2021, il periodo massimo indennizzabile di malattia disciplinato dalla specifica normativa applicabile al rapporto di lavoro in riferimento al quale viene presentata la domanda;
  • non avere reso, nell’anno 2021, la prestazione lavorativa in modalità agile nei periodi per i quali il richiedente il bonus ha presentato certificati di malattia.

Bonus lavoratori fragili: come fare domanda

inps-pensioni-1200×675

Il bonus 1.000 euro per i lavoratori fragili viene erogato direttamente dall’INPS previa presentazione dell’apposita domanda con allegata l’autocertificazione del possesso dei requisiti.

L’istanza va inviata entro la giornata di domani 30 novembre 2022, con una delle seguenti modalità:

  • online attraverso il portale web dell’INPS, previa autenticazione tramite SPID, CIE o CNS;
  • tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento);
  • tramite gli Istituti di patronato.

L’importo dell’indennità, ricordiamo, è esente dalla tassazione IRPEF.