Bonus 150 euro 2022: anche per i percettori del Reddito di cittadinanza?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
19/09/2022

Il bonus 150 euro 2022 è stato introdotto dal Decreto aiuti ter e si rivolge sia ai lavoratori che ai pensionati. A poter beneficiare dell’indennità una tantum sono anche i percettori del Reddito di cittadinanza, in possesso dei requisiti richiesti. Vediamo insieme quali.

money-1005464_1920

Il Decreto aiuti ter ha introdotto una nuova misura per dipendenti, pensionati e autonomi dal valore di 150 euro per coloro che presentano un reddito inferiore a 20 mila euro.

Il bonus spetta anche ai percettori del Reddito di cittadinanza, purché rispettino un importante requisito. Vediamo insieme quale.

Bonus 150 euro 2022: i requisiti per i percettori RdC

money-1005479_1920

Il bonus 150 euro si rivolge anche ai percettori del Reddito di cittadinanza tranne coloro che all’interno del loro nucleo familiare presentano un beneficiario del medesimo bonus. Inoltre, siccome la misura verrà erogata a novembre, il bonus non spetterà a coloro che nei prossimi due mesi saranno soggetti al mese di stop previsto dopo 18 mesi di pagamento del Reddito.

Chi percepisce il reddito di cittadinanza troverà quindi insieme alla rata mensile anche l’ulteriore quota di indennità una tantum.

Le modalità di erogazione della misura, dunque, rimangono invariate rispetto a quanto precedentemente stabilito per il bonus 200 euro.

Bonus 150 euro 2022: come funziona

money-1033647_1920

Il nuovo decreto Aiuti ha introdotto il bonus 150 euro che arriverà a novembre per coloro che presentano un reddito inferiore ai 20 mila euro lordi nel 2021.

Secondo quanto si legge nella bozza del decreto Aiuti Ter, l’indennità sarà riconosciuta ai:

  • lavoratori interessati da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dell’Inps;
  • pensionati insieme ad altre categorie di soggetti con decorrenza entro il primo ottobre;
  • lavoratori domestici;
  • chi percepisce indennità di disoccupazione agricola, co.co.co., dottorandi e assegnisti;
  • lavoratori del settore dello sport, agli stagionali a chi ha un contratto a tempo determinato o intermittente, a quelli dello spettacolo;
  • percettori del reddito di cittadinanza;
  • lavoratori autonomi;
  • titolari di assegno sociale o di pensione o di invalidità civile e di trattamenti di accompagno alla pensione.