Bonus 150 euro 2022 docenti e personale ATA: quando e come arriva

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
22/11/2022

Nei prossimi giorni, a ricevere il bonus 150 euro saranno i docenti e il personale ATA, che tuttavia non vedranno la somma erogata sul proprio cedolino mensile. Vediamo insieme come e quando avverrà il pagamento del contributo economico introdotto dal decreto Aiuti ter.

banconote-money-euro

Anche i docenti e il personale ATA riceveranno il bonus 150 euro questo mese, ma a differenza dei lavoratori dipendenti, questa categoria di beneficiari non vedrà accreditato l’importo della misura nel consueto cedolino mensile, in quanto sarà erogato con un‘emissione a parte.

Nel frattempo, l’importo è visibile sulla propria pagina personale su NoiPa e secondo quanto comunicato da Orizzonte Scuola, il pagamento dovrebbe avvenire a partire da lunedì prossimo, 28 novembre 2022.

Bonus 150 euro 2022: come funziona

money-g869530f1a_1920

Il bonus 150 euro è stato introdotto dal decreto Aiuti ter e consiste in un contributo una tantum erogato a lavoratori, dipendenti o autonomi, pensionati e disoccupati. Nello specifico, per finanziare la misura sono stati stanziati oltre 3 miliardi di euro.

Riguardo ai lavoratori dipendenti, il contributo spetta se il rapporto di lavoro sussiste nel mese di novembre e se la retribuzione imponibile nella competenza del mese di novembre 2022 sia inferiore a 1.538 euro. Inoltre, per beneficiare del bonus, non è necessario presentare domanda ma soltanto l’autodichiarazione che certifica di non essere titolare delle prestazioni (ad es. pensione, reddito di cittadinanza, ecc) per le quali è l’INPS a erogare direttamente l’indennità una tantum di 150 euro.

Tuttavia, per quanto concerne i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, per cui i servizi di pagamento delle retribuzioni del personale sono gestiti dal sistema informatico del Ministero dell’economia e delle finanze (NOIPA), non serve presentare l’autodichiarazione.

Bonus 150 euro: i requisiti per lavoratori dipendenti

money-1005479_1920

Il bonus 150 euro spetta ai lavoratori in possesso dei seguenti requisiti:

  • abbia un contratto in essere nel mese di novembre 2022;
  • non risulti titolare di pensione, reddito di cittadinanza, NASPI o altra prestazione erogata dall’INPS;
  • non percepisca il bonus 150 euro busta paga da altro datore di lavoro o come altro tipo di beneficiario (il bonus spetta una sola vola anche in caso di più rapporti di lavoro);
  • avere una retribuzione imponibile inferiore a 1.538 euro per il mese di novembre.