Bonus 150 euro 2023: cos’è, domanda e a chi spetta

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
03/01/2023

Anche se una parte dei beneficiari del bonus 150 euro lo hanno già ricevuto nei mesi scorsi, altri stanno ancora attendendo l’erogazione della misura. Vediamo insieme a chi spetta e per quando è prevista l’erogazione del bonus.

money-1005464_1920

A poter ancora presentare domanda per il bonus 150 euro presso l’Inps sono  quei lavoratori che non si trovano alle dirette dipendenze di un datore di lavoro privato al momento della richiesta. Infatti, in questo caso, il contributo viene erogato dall’Istituto.

Per quest’anno, l’esecutivo ha deciso di non confermare il bonus, ma alcune categorie di lavoratori devono ancora riceverlo. Vediamo insieme chi può ancora fare richiesta.

Bonus 150 euro: a chi spetta

money-1005479_1920

Le domande per il bonus 150 euro, ricevere il contributo da parte dell’Inps, possono essere presentate entro il 31 gennaio da:

  • co.co.co (collaboratori coordinati e continuativi);
  • assegnisti di ricerca;
  • dottorandi con borsa di studio;
  • lavoratori stagionali;
  • intermittenti e lavoratori dello spettacolo.

Sono esclusi dalla scadenza:

  • i percettori del reddito di cittadinanza;
  • i pensionati;
  • i titolari di prestazioni di invalidità;
  • i titolari di Naspi, DisColl e disoccupazione agricola;
  • i lavoratori dipendenti che devono presentare un’autocertificazione.

Bonus 150 euro: domanda

money-1033647_1920

L’accesso al bonus 150 euro è garantito a coloro che presentano un reddito complessivo lordo non superiore a 20 mila euro nel periodo d’imposta 2021. Lavoratori stagionali e intermittenti possono presentare domanda solo se non hanno già percepito il bonus nel mese di novembre 2022.

La domanda può essere presentata tramite il servizio online “Indennità una tantum 150 euro – Domanda”, accessibile anche tramite il Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche. Una volta autenticati con le proprie credenziali, sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda fra quelle indicate.

Altrimenti, la richiesta può essere fatta tramite i patronati o il Contact center, telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).