Bonus 150 euro e assegno unico: chi può chiedere l’aumento?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/12/2022

Grande novità per quanto riguarda l’assegno unico universale: per tutti i nuclei familiari che hanno quattro figli o più, l’importo spettante salirà di 150 euro. Come fare per richiederlo? L’aumento avverrà in automatico, senza bisogno di presentare alcuna domanda. Ogni nuovo nato va comunicato all’Inps. Approfondiamo insieme la questione.

Soldi

A partire da Marzo 2023, i nuclei familiari che avranno almeno quattro figli a carico avranno un aumento dell’assegno unico pari a 150 euro. Un bonus già esistente, ma che grazie alla legge di Bilancio 2023 aumenta di qualche euro: già oggi, infatti, a chi ha quattro o più figli a carico spetta una maggiorazione forfettaria di 100 euro al mese, che dal prossimo anno salirà fino a 150 euro.

L’assegno unico si muove dunque verso un potenziamento importante, così come richiesto dal premier Meloni.

Bonus 150 euro assegno unico: a chi spetta?

Bambini

Vediamo subito a chi spetta l’aumento dell’assegno unico, che verrà aumentato come detto del bonus 150 euro. Il precedente governo Draghi aveva deliberato con il decreto legislativo n. 230 del 29 dicembre 2021 riconosce una maggiorazione forfettaria per i nuclei con quattro o più figli pari a 100 euro mensili per nucleo. Con la Manovra 2023 questo importo verrà aumentato fino a 150 euro.

La maggiorazione è riservata a coloro che hanno quattro figli o più a carico, indipendentemente dall’Isee. L’importo è fisso e non soggetto a variazione alcuna.

Assegno unico maggiorato: come richiederlo?

Bambini

Vediamo ora come richiedere il bonus 150 euro per i beneficiari dell’assegno unico. La suddetta maggiorazione non va richiesta: sarà l’Inps a riconoscerla in automatico laddove nella domanda in archivio risultino indicati quattro o più figli. Chi ha ricevuto la maggiorazione nel 2022 non dovrà far nulla, in quanto in automatico verrà aumentato a 150 euro.

L’Inps ha inoltre comunicato che a partire dal 2023 entrerà in scena anche il rinnovo automatico dell’assegno unico, ovvero non sarà più necessario presentare una nuova domanda in quanto il rinnovo avverrà in automatico.