Bonus 150 euro: nuovo governo verso l’aumento

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/09/2022

Mentre proseguono le riflessioni dei vincitori delle elezioni sulla formazione del nuovo governo a forti tinte di centrodestra, si ragiona anche su che ne sarà del bonus 150 euro. Stando a quanto promesso da Giorgia Meloni in sede di campagna elettorale, il bonus potrebbe essere aumentato. Vediamo di quanto nel seguente articolo.

cash soldi pagamenti

Il bonus 150 euro è uno degli ultimi bonus che ha posto in essere il governo Draghi, ideato come sempre per assistere gli italiani nella lotta all’inflazione. Questo andrà a sostituire il bonus 200 euro, e sono molto somiglianti anche nella struttura. Anche questo infatti sarà usufruibile una tantum, ma da coloro che hanno un reddito inferiore alle 20 mila euro all’anno.

La Meloni potrebbe però andare a potenziare questo bonus: vediamo come nei prossimi paragrafi.

Bonus 150 euro: aumento in arrivo?

Soldi

Come mai si parla di un probabile aumento del bonus 150 euro con il nuovo governo? Il bonus è stato approvato di recente dal Parlamento, in quanto incluso nel decreto Aiuti ter, ultimo baluardo del governo Draghi contro la crisi inflattiva. Il bonus 150 euro, a differenza di quello da 200, potrà essere richiesto da un numero limitato di persone, in quanto il limite reddituale per richiederlo è stato fissato a 20 mila euro.

Il bonus potrebbe però essere alzato dal nuovo governo, come si intuisce dalle parole del responsabile economico di Fratelli d’Italia Maurizio Leo:

Bisogna valutare un aumento del nuovo bonus, che oggi è quantificato in 150 euro, per i redditi più bassi, se possibile portando più in alto anche il tetto di reddito.

Bonus 150 euro: quando potrebbe essere aumentato?

Soldi

Vediamo ora, data la recente approvazione, quando potrebbe essere aumentato il bonus 150 euro da parte del nuovo governo. Ricordiamo che il testo del decreto Aiuti ter è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo lo scorso 23 Settembre, ed entro 60 giorni questo diventerà efficace.

La speranza è che si possa intervenire sul testo del bonus entro l’approvazione della nuova Legge di Bilancio 2023.