Bonus 150 euro per gli stagionali: ecco come fare domanda

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/09/2022

Con l’approvazione del nuovo decreto Aiuti ter sono stati introdotti altri bonus per aiutare gli italiani a mitigare l’aumento del costo dell’energia. Tra questi vi è il bonus di 150 euro per gli stagionali, che può essere richiesto per coloro che hanno un contratto a tempo determinato o intermittente. Vediamo insieme come funziona il bonus.

turismo

Ormai è ufficiale, il nuovo bonus 150 euro spetterà anche ai lavoratori stagionali. Tale novità è stata inclusa nel nuovo decreto Aiuti Ter, approvato la scorsa settimana dal Parlamento. Il sistema di funzionamento è simile a quello dei 200 euro, ossia sarà erogato una tantum a chi presenterà domanda.

Vediamo quali sono i requisiti e come effettuare domanda per averlo.

Bonus 150 euro stagionali: ecco i requisiti e come fare domanda

Turismo

Come detto, al via ufficiale il bonus 150 euro per gli stagionali, categoria che era stata abbandonata dal precedente bonus 200 euro. Vediamo in primis quali sono i requisiti per ottenere il bonus stagionali da 150 euro. Questo nel dettaglio spetta:

  • lavoratori a tempo determinato;
  • lavoratori intermittenti.

Questi possono richiederlo purché nel 2021 abbiano svolto almeno 50 giorni di lavoro, ma non solo. Per ottenere il bonus è inoltre necessario aver avuto un reddito derivante dai suddetti rapporti di lavoro non superi la soglia dei 20.000 euro sempre per l’anno 2021.

Bonus 150 euro: vediamo chi non deve fare domanda

Soldi

Oltre a chi può fare domanda, vediamo ora chi invece non è tenuto alla presentazione della domanda per il bonus 150 euro stagionali. Vediamo cosa dice il testo del decreto Aiuti ter:

Ai lavoratori che nel 2021 siano stati beneficiari di una delle indennità previste dall’articolo 10 commi da 1 a 9 del decreto-legge 22 marzo 2021 n. 41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021 n. 69 e dall’articolo 42 del decreto-legge 25 maggio 2021 n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, rispettivamente per i lavoratori di competenza l’Inps e Sport e Salute S.p.a. erogano una ulteriore indennità una tantum pari a 150 euro.

Nel dettaglio si tratta degli stagionali che hanno ottenuto i bonus Covid di 2.400 e 1.600 euro lo scorso anno, previsti dai cosiddetti decreti Sostegni e Sostegni bis.