Bonus 150 euro: si può chiedere il riesame?

Qualora si fosse presentata domanda per il bonus 150 euro, ma questo non è stato in seguito attribuito, è possibile chiedere il riesame della domanda. Le tempistiche per richiedere la revisione sono state comunicate dall’INPS. C’è tempo fino al 13 Luglio per presentare il riesame.

Soldi

Al via la procedura per chiedere il riesame delle domande per il bonus 150 euro. In particolare, possono usufruire di questa possibilità i lavoratori co.co.co., gli stagionali a tempo determinato, gli intermittenti e gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo che si sono visti rifiutare la domanda per il bonus.

Bonus 150 euro: si può chiedere il riesame?

Soldi

Il riesame del bonus 150 euro è possibile: questo ovviamente qualora la domanda sia stata rigettata a seguito della presentazione. I soggetti che possono presentare domanda sono:

  • i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) con contratti attivi alla data del 18 maggio e reddito non superiore a 20.000 euro;
  • i dottorandi;
  • gli assegnisti di ricerca;
  • i lavoratori stagionali a tempo determinato con almeno 50 giornate di lavoro nel 2021 (anche in più tipologie di rapporti) e reddito non superiore a 20.000 euro;
  • i lavoratori intermittenti, compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo con almeno 50 giornate di lavoro nel 2021 (anche in più tipologie di rapporti) e reddito non superiore a 20.000 euro;
  • i lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo con almeno 50 contributi giornalieri nel 2021 e reddito non superiore a 20.000 euro.

Domanda di riesame: come presentarla?

Vediamo come presentare la domanda di riesame del bonus 150 euro. Questa innanzitutto può essere presentata entro il 13 Luglio 2023, a 90 giorni circa dal messaggio dell’Inps in materia. Per farlo è necessario accedere alla funzione Chiedi Riesame e in seguito Allega documentazione.

Quali documenti allegare?

I documenti da allegare sono quelli necessari per la rivalutazione della domanda. Devono essere ovviamente motivazionali ed inerenti. Ogni domanda è respinta secondo una motivazione ben precisa e dunque la documentazione deve confutare tali osservazioni.

Cosa devono allegare gli stagionali?

Lavoro

Vediamo ora nel dettaglio cosa devono allegare alla domanda i lavoratori stagionali per chiedere il riesame del bonus 150 euro. Questi dovranno riporre nel riesame la seguente documentazione:

  • Contratto, buste paga o qualsiasi altro documento da cui si evinca la titolarità del rapporto di lavoro con qualifica di
    stagionale e/o tempo determinato e/o intermittente di durata complessiva pari ad almeno cinquanta giornate;
  • Autocertificazione dei redditi prodotti per l’anno di imposta 2021 derivanti dai rapporti di lavoro stagionali e/o tempo determinato e/o intermittenti, come da Certificazione unica rilasciata dal/dai sostituto/i di imposta; indicazione data e protocollo della eventuale trasmissione della dichiarazione dei redditi PF 2022 e/o copia della CU.

Lascia un commento