Bonus 18 anni da 10 mila euro: di cosa si tratta e come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
02/08/2022

Il Partito Democratico è tornato a parlare del bonus 18 anni dal valore di 10 mila euro. Ma di cosa si tratta? E come potrebbe funzionare? Vediamo insieme.

money-2

Le elezioni anticipate del 25 settembre 2022 hanno portato i partiti ad organizzare in fretta e furia la campagna elettorale e i primi programmi iniziano ad essere divulgati. Tra questi, quello del Partito Democratico prevede l’introduzione del bonus 18 anni dal valore di 10 mila euro che spetta a chi compie 18 anni per specifiche finalità che riguardano la formazione e l’istruzione.

Vediamo insieme come potrebbe essere strutturato il bonus.

Bonus 18 anni da 10 mila euro: di cosa si tratta

money-1-min

Il programma elettorale del Partito Democratico prevede l’introduzione del bonus 18 anni del valore di 10.000 euro da destinare a famiglie con un reddito annuo medio-basso.

La misura verrebbe assegnata sulla base dell’ISEE della famiglia e potrà essere utilizzata per:

  • formazione e istruzione;
  • lavoro e piccola imprenditoria;
  • casa e alloggio.

Secondo quanto affermato dal segretario del PD, Enrico Letta, il bonus non sostituirebbe il diritto allo studio e welfare studentesco. L’intenzione, infatti, è quella di continuare a rafforzare anche questi ultimi due punti.

Come sarà finanziato il bonus?

money-3

Per finanziare il bonus saranno necessari 2,8 miliardi annui, che secondo quanto previsto dal PD, potranno essere ricavati dalla revisione in senso progressivo delle aliquote sull’imposta sulle successioni e donazioni. L’intenzione sarebbe quella di mantenere l’attuale franchigia di 1 milione di euro. Per contro si propone di portare al 20% l’aliquota massima di tassazione per le eredità e le donazioni tra genitori e figli superiori a 5 milioni di euro.

Da uno studio effettuato, emerge che oggi dalle tasse di successione l’Italia incassa circa 800 milioni, contro i 6 miliardi della Gran Bretagna, i 7 miliardi della Germania e i 14 miliardi della Francia. Si insiste sul fatto che, nel nostro Paese, l’aliquota di tassazione per eredità o donazioni superiori a 5 milioni di euro tra genitori e figli è tra le più basse d’Europa.

Sulla base delle stime fatte dal PD, ogni anno la dote 10.000 euro arriverebbe a circa 280.000 ragazze e ragazzi.