Bonus 200 euro 2022: anche per chi percepisce il Reddito di cittadinanza?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/05/2022

Il bonus 200 euro è la nuova agevolazione introdotta dal Consiglio dei Ministri all’interno del nuovo decreto energia e aiuti e si rivolge a lavoratori, pensionati e disoccupati. Ma anche i percettori del Reddito di cittadinanza possono usufruirne? Vediamo insieme.

money-1439125_1920Il decreto aiuti ed energia ha introdotto il nuovo bonus 200 euro che verrà erogato una tantum a lavoratori, pensionati e disoccupati che presentano un ISEE inferiore a 35 mila euro. L’obiettivo dell’agevolazione è quello di aiutare i cittadini italiani a fronteggiare i rincari registrati nell’ultimo periodo nei diversi settori.

Ma anche i percettori del Reddito di cittadinanza possono usufruire del bonus 200 euro? Vediamo insieme.

Bonus 200 euro anche ai percettori del RdC?

money-1005476_1920Secondo quanto emerso nelle ultime ore, l’esecutivo sarebbe intenzionato a estendere il bonus 200 euro anche ai percettori del Reddito di cittadinanza, e dunque non sarà rivolto soltanto ai lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati e disoccupati.

La questione è stata sollevata dal ministro del Lavoro Andrea Orlando e dal capodelegazione M5S al governo, il responsabile delle Politiche agricole Stefano Patuanelli, e ha ottenuto il via libera. Dunque il bonus andrà a anche ai percettori del Reddito di cittadinanza.

Bonus 200 euro 2022: di cosa si tratta

money-1005477_1920Il bonus 200 euro è stato introdotto dal cosiddetto decreto aiuti, approvato recentemente dal Consiglio dei Ministri. Il contributo verrà erogato ai pensionati e lavoratori con un reddito al di sotto dei 35 mila euro una tantum, vale a dire che verrà erogato una sola volta in via eccezionale. Secondo l’esecutivo, la misura riguarda 28 milioni di italiani, compresi gli autonomi.

Il bonus è stato appena presentato, pertanto, come specificato dal ministro dell’Economia Daniele Franco, alcuni dettagli del funzionamento del contributo devono essere ancora messi a punto, ma ha anticipato che verrà probabilmente erogato tra giugno e luglio. Inoltre, non sarà necessario presentare alcuna richiesta, infatti il bonus verrà erogato direttamente dall’Inps e versato nell’assegno pensionistico o nella busta paga dei lavoratori dipendenti. Per i lavoratori autonomi, invece, non è stato ancora comunicato come verrà erogato il bonus.

Il costo della misura si aggira intorno ai 6 miliardi di euro, poco meno della metà dei 14 miliardi previsti per il finanziamento dell’intero decreto.