Bonus 200 euro in busta paga di ottobre: chi lo riceve e come

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
08/10/2022

Alcuni lavoratori sono ancora in attesa del pagamento del bonus 200 euro che arriverà con la busta paga di ottobre. Vediamo insieme chi lo riceverà questo mese e come.

banconote-money-euro

Con la circolare n. 111 del 7 ottobre 2022, l’INPS ha specificato le istruzioni necessarie sul pagamento del bonus 200 euro nella busta paga del mese di ottobre. Infatti, a non aver ancora ricevuto l’indennità una tantum introdotta dal Decreto Aiuti bis sono i lavoratori con rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio e che non hanno beneficiato dell’esonero dei contributi INPS poiché interessati da eventi coperti integralmente da contributi figurativi da parte dell’INPS, come nei casi di congedo o cassa integrazione.

Bonus 200 euro: estesa la platea di beneficiari

money-g869530f1a_1920

L’articolo 22, comma 1, del Decreto Aiuti bis ha previsto l’estensione del bonus 200 euro anche a quei lavoratori precedentemente esclusi in quanto non beneficiari dell’esonero contributivo per via di eventi coperti da contribuzione figurativa integrale da parte dell’INPS, come i lavoratori in congedo o in cassa integrazione.

Il diritto all’indennità una tantum si applicherà ai lavoratori con rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio e che, fino al 18 maggio 2022 (data di entrata in vigore del Decreto Aiuti) non hanno beneficiato dell’esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2022, requisito previsto in via generale per accedere al bonus.

Bonus 200 euro in busta paga di ottobre: come funziona

money-1-min

Quest’ultimi, dunque, riceveranno l’indennità una tantum nella busta paga di ottobre e il pagamento avverrà in maniera automatica, previa dichiarazione del lavoratore di:

  • non aver già beneficiato del bonus 200 euro previsto dagli articoli 31 e 32 del Decreto Aiuti;
  • essere stato destinatario di eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall’INPS nel periodo 1° gennaio 2022 – 18 maggio 2022;
  • di essere consapevole di non avere diritto all’indennità erogata nel mese di ottobre 2022, laddove già destinatario della stessa con erogazione d’ufficio da parte dell’INPS.

Come indicato nella circolare del 7 ottobre sarà necessario verificare che la contribuzione figurativa sussista dal 1° gennaio al 18 maggio 2022, ma anche se relativa ad eventi sorti prima del 1° gennaio e proseguiti in data successiva al 18 maggio.