Bonus 2023: quali sono i bonus ancora attivi

Sono molti i bonus attivi nell’anno corrente ai quali possiamo accedere. Questi bonus sono spesso rivolti a chi ha un Isee basso o che rientra entro certi limiti che variano da bonus bonus. Vediamo allora insieme quali sono i bonus ancora usufruibili in questo 2023.

bonus

Come già anticipato, sono molti i bonus ancora attivi nel 2023. La lista delle agevolazioni delle quali ci si può avvalere nell’anno in corso è lunga e copre temi molto diversi. Come esempi abbiamo i bonus che vanno in aiuto alle famiglie o quelli che, in seguito alle novità della direttiva europea, tendono una mano a coloro che dovranno rientrare nelle specifiche per le case green.

Oggi vi presentiamo quindi un elenco di tutti i bonus ancora accedibili nel 2023 con i rispettivi requisiti e limiti di accesso. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Bonus 2023: parliamo di famiglia

bonus-2021-03122021

Iniziamo dai bonus pensati per le famiglie. In questo ambito è infatti previsto un interessante insieme di bonus. Una novità del 2023 è la carta risparmio spesa, ovvero una sorta di buono pasto che i Comuni daranno alle famiglie con Isee non superiore ai 15mila euro. Sarà introdotto anche il reddito alimentare 2023 per coloro che si trovano in situazioni di grande povertà, combattendo così anche lo spreco di cibo. Si parla di erogare pacchi alimentari realizzati con i prodotti invenduti.

Attivo anche l’Assegno Unico Universale per i figli a carico. Questo aiuto economico è stato ideato per aiutare chi ha figli. Questo viene erogato dal 7° mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età del figlio.

Bonus 2023: quali sono le novità

banconote-money-euro

Anche il bonus psicologo è stato riconfermato per l’anno corrente. Questo arriva con una novità alle sue spalle: parliamo dell’innalzamento del limite massimo, ora fissato a 1.500 euro. Questa agevolazione è destinata a coloro che presentano un Isee inferiore a 50mila euro.

Anche nel 2023, poi, è disponibile il bonus trasporti. Questo consiste in un buono fino a un massimo di 60 euro per individuo. Questo bonus è indirizzato a tutti coloro che presentano un valore Isee inferiore ai 20mila euro nel 2022.

In tema spese per la casa, il bonus sociale bollette è un bonus che alleggerisce il carico, sempre più oneroso, del costo delle bollette. Questo si rivolge a chi ha un Isee non superiore a 15mila euro.

Bonus 2023: le misure in ambito edilizio

money-1439125_1920

Passando al tema casa, il Superbonus, una delle agevolazioni più conosciute, ha subito delle modifiche in questo ultimo periodo. Parliamo sia di case unifamiliari, sia di condomini.

parlando di unifamiliari si ha, come primo limite, quello di avere l’immobile come abitazione principale, oltre ad avere un reddito complessivo che non supera i 15mila euro. Per quanto riguarda i condomini vi è ora l’obbligo di realizzare un isolamento termico su almeno il 25% delle superfici, installare pompe di calore moderne e migliorare la sicurezza antisismica.

L’agevolazione “bonus prima casa under 36” prevede l’esonero dal pagamento di alcune imposte al momento dell’acquisto della prima casa appunto. Il limite primario, come dice il nome, è quello di non aver compiuto 36 anni nell’anno del rogito e avere un Isee inferiore a 40mila euro.

È prevista anche l’opportunità di risparmiare sull’acquisto della tua prima casa, grazie al bonus per l’acquisto di una casa green. L’agevolazione consente di accedere a una detrazione del 50% alle persone che acquistano un’abitazione di classe energetica A o B, direttamente dal costruttore.

Lascia un commento