Bonus 2024 per Isee basso: quali sono e chi ne ha diritto

Per chi ha un Isee molto basso anche per il 2024 sono in arrivo importanti agevolazioni fiscali, dal bonus bollette, a quelli dedicati al settore edilizio e molti altri. In questo articolo vediamo insieme quali sono questi bonus e come vengono distribuiti in base al reddito.

Per l’anno in corso il governo ha messo a disposizione nuovi bonus per chi presenta un reddito particolarmente basso. A partire dal 1 gennaio 2024 sono entrati in vigore le nuove regole per la DSU, documento indispensabile per calcolare l’ISEE di ogni nucleo familiare.

Un’importante bonus è quello relativo al servizio telefonico, che offre uno sconto del 50% per il canone di accesso alla rete telefonica per tutti coloro che presentano un reddito inferiore a 8112,23 €. Il contratto deve essere stipulato con la rete telefonica TIM.

Altra agevolazione riguarda il bonus bollette che copre le spese delle utenze di gas, acqua e luce. Tale sussidio vale per famiglie con reddito inferiore a 9530 €, che può arrivare fino a 20.000 € per le famiglie con almeno quattro figli a carico. L’importo è stato quindi abbassato, dato che fino al 31 dicembre 2023 il bonus sociale era riconosciuto a tutte le famiglie con reddito fino a 15.000 € e 30.000 € per quattro figli a carico.

Bonus per ISEE basso: ecco come funzionano nel 2024

Va però segnalato che fino a marzo 2024 rimarrà in vigore anche il bonus elettrico, ossia lo stesso bonus sociale con un potenziamento per l’energia elettrica che resta quindi con gli stessi parametri di reddito dello scorso anno.

Novità dell’anno è invece la carta acquisti ordinaria, una carta che spetta ai nuclei familiari con bambini di età inferiore ai tre anni o anziani di età superiore ai 65 anni. Nella carta vengono erogati bimestralmente 80€ da utilizzare per la spesa alimentare e il pagamento di bollette di gas e luce. Questo spetta ai nuclei familiari con reddito inferiore a 8052,75 € che salgono a 10.737 € per persone di età maggiore di 75 anni.

Arriva anche l’assegno di inclusione per le cosiddette famiglie fragili dove è presente un minore, un disabile o un componente con più di sessant’anni e il cui valore del reddito non supera i 9360 €.

In arrivo anche il bonus psicologo erogato a tutti coloro che presentano reddito inferiore a 50.000 € e sono residenti in Italia.