Bonus 300 euro: di cosa si tratta?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
27/12/2022

Per alcuni lavoratori sarà possibile avere un bonus da 300 euro. È infatti in corso la trattativa tra una grande azienda italiana e i sindacati per riuscire ad erogarlo. Il bonus ha come fine quello di aiutare i dipendenti che sono in difficoltà con il pagamento delle bollette e con il caro carburanti. Vediamo a chi spetta il bonus e come funziona.

Soldi

Arriva un’importante notizia per tutti coloro che lavorano per le ferrovie dello Stato: a fine anno infatti sarà erogato un bonus da 300 euro, frutto di una serrata trattativa tra i sindacati e la grande società, che ha migliaia di dipendenti in Italia. La misura è stata possibile anche grazie all’allargamento della cifra da destinare al welfare decisa dal governo Meloni nel decreto aiuti quater.

Approfondiamo insieme la questione nel seguente articolo.

Ferrovieri ma non solo: ecco a chi spetta

Soldi

Ferrovie dello Stato non è la sola grande realtà che aiuta i propri dipendenti nel particolare periodo di crisi in cui ci troviamo in questo momento: ve ne sono altre infatti che stanno facendo di tutto per dare una mano ai propri dipendenti nel pagamento delle bollette. Tra queste vi è Bolloré Logistics Italy.

La filiale italiana del gruppo francese Bolloré, ha deciso di rimborsare ai suoi 200 dipendenti le bollette di acqua, luce e gas pagate nell’intero 2022 fino ad un massimo di 2.000 euro.

Bonus 300 euro: chi lo prenderà?

bollette-pazze-87204404

I sindacati che hanno partecipato alla trattativa esultano per il raggiungimento dell’accordo con le Ferrovie dello Stato, in quanto finalmente i dipendenti potranno avere un bonus una tantum da 300 euro a fine anno. Questo bonus va ad aggiungersi alle somme già precedentemente messe a disposizione nel 2022.

Va specificato che il bonus non verrà erogato direttamente in busta paga, ma sarà bensì disponibile come il pagamento delle bollette, in buoni carburanti, per pagare il trasporto pubblico locale, buoni spesa, voucher per i servizi di worklife balance o per il tempo libero e per il fondo pensione complementare Eurofer.