Bonus 80 euro 2023 in busta paga: cos’è, a chi spetta e quando

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/01/2023

Potrebbe presto arrivare un bonus di 80 euro nelle buste paga dei lavoratori dipendenti. Ma per quale motivo? E chi ne beneficerà? Vediamo insieme nel dettaglio.

money-3

Nei prossimi mesi, i lavoratori dipendenti potrebbero trovare un bonus dal valore di 80 euro nella propria busta paga, grazie alla riforma organica della tassazione e delle aliquote Irpef a cui sta lavorando l’esecutivo.

Si tratta di una riforma volta a favorire il ceto medio, secondo quanto dichiarato dal governo Meloni, a differenza del taglio del cuneo fiscale, rivolto principalmente ai ceti più bassi.

Vediamo insieme chi potrà beneficiare dell’aumento in busta paga e da quando sarà in vigore.

Bonus 80 euro in busta paga: di cosa si tratta

money-1-min

Attualmente, il sistema in vigore per tassazione e aliquote Irpef prevede 4 scaglioni:

  • reddito fino a 15mila euro, aliquota al 23%;
  • reddito compreso tra i 15mila e i 28mila euro, aliquota al 25%;
  • reddito compreso tra i 28mila e i 50mila euro, aliquota al 35%;
  • reddito oltre i 50mila euro, aliquota al 43%.

Il governo Meloni vorrebbe ridurre gli scaglioni da 4 a 3, suddividendola nel seguente modo:

  • chi possiede un reddito di 15mila euro con un’aliquota del 23%;
  • chi possiede un reddito compreso tra 15mila e 50mila euro con un’aliquota del 27%;
  • chi possiede un reddito oltre i 50mila euro con un’aliquota del 43%.

Si sta valutando anche la possibilità di modificare la soglia massima della seconda aliquota, che potrebbe scendere da 50mila a 48mila o 47mila euro, ma la discussione è ancora aperta.

Come riportato da Money, secondo le prime simulazioni, grazie a questa riforma, un lavoratore con un reddito annuo intorno ai 40-42mila euro potrebbe guadagnare- in termini di minori tasse da pagare allo Stato – tra i 1.000 e i 1.100 euro all’anno, ovvero circa 80 euro al mese considerando ben 13 mensilità.

Infine, nel calcolo del bonus avrà un ruolo anche il quoziente familiare, in quanto la tassazione terrà conto della composizione del nucleo familiare.