Bonus anti-crisi 2022: a chi e dove spetta

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
26/10/2022

Nella prossima busta paga, alcuni dipendenti potrebbero trovare lo stipendio aumentato grazie all’introduzione di un bonus anti-crisi. Tuttavia, il bonus sarà erogato da una specifica azienda italiana ai propri lavoratori. Vediamo insieme quale.

money-1005464_1920

Un’importante azienda italiana ha deciso di distribuire un bonus anti-crisi ai propri dipendenti per aiutare quest’ultimi ad affrontare l’attuale crisi economica.

A ricevere il bonus saranno i 1.350 dipendenti dell’azienda che entro fine mese distribuirà un bonus dal valore complessivo di 500 mila euro.

Vediamo insieme di quale azienda si tratta.

Bonus anti-crisi per i dipendenti dell’azienda

money-1005476_1920

Ad introdurre il bonus anti-crisi per i propri dipendenti è illycaffè che entro fine mese distribuirà un bonus complessivo di 500 mila euro ai 1.350 dipendenti che operano nel gruppo, presente in 148 Paesi.

L’importo del bonus non è stato reso noto, poiché cambierà a seconda del Paese in cui si lavora, a causa di una serie di difficoltà.

Ad annunciare l’introduzione del bonus è stata Cristina Scocchia, amministratrice delegata di illycaffè da gennaio 2022, che in un’intervista al Corriere della Sera ha dichiarato:

Entro fine mese, per esempio, distribuiremo un bonus complessivo di 500 mila euro ai nostri 1.350 dipendenti in tutto il mondo. È la prima volta che viene distribuita liquidità alle famiglie, si aggiunge al caffè che tradizionalmente l’azienda regala. È un segno di vicinanza ai lavoratori nonostante l’incremento dei costi di materie prime e logistica che per noi sono saliti del 20% quest’anno. Il caffè verde, base dei nostri prodotti, è salito da 110 fino a 240 centesimi di dollaro a libbra, il gas ci costa il decuplo che nel 2021, l’energia il doppio, un container 10 mila euro dai 2.500 dell’anno scorso. Ma la nostra missione resta garantire la migliore qualità.

Nel frattempo, il 28 ottobre l’azienda presenterà i dati sui primi nove mesi mentre a fine anno è atteso il piano industriale 2022-2026.