Bonus Asili Nido da 3600 euro: come richiedere il contributo e chi può farlo

Nel 2024, le famiglie italiane con bambini piccoli avranno nuovamente l’opportunità di beneficiare del Bonus Asilo Nido, una misura di supporto che mira ad alleggerire il carico economico rappresentato dalle spese per l’istruzione e la cura dei più piccoli. Il bonus, che può raggiungere fino a 3.600 euro, è pensato per i genitori di bambini fino a 36 mesi di età e varia in base al reddito familiare, misurato attraverso l’ISEE.

A chi è destinato il bonus

Il bonus asilo nido è rivolto a tutti i genitori, inclusi gli affidatari, che sostengono le spese per l’asilo nido di bambini di età inferiore ai tre anni. È interessante notare che il beneficio è esteso anche ai bambini che compiranno tre anni nel corso del 2024, sebbene in questo caso il bonus sarà disponibile solo per i mesi da gennaio ad agosto. L’agevolazione si applica sia per le rette di asili nido pubblici che privati, e la sua quantità varia in maniera significativa a seconda dell’ISEE della famiglia.

Come viene calcolato il bonus

Il calcolo del bonus dipende direttamente dal reddito ISEE della famiglia: si parte da un massimo di 3.000 euro annui per i redditi fino a 25.000,99 euro, passando per 2.500 euro per i redditi tra i 25.001 e i 40.000 euro, fino ad arrivare a 1.500 euro per quelli superiori ai 40.000 euro.
Viene inoltre previsto un incremento dell’importo per le famiglie che accolgono un nuovo nascituro nel 2024, con almeno un altro figlio minore di dieci anni, elevando il massimo possibile a 3.600 euro per i redditi inferiori ai 40.000 euro.

Procedura per la domanda

Per accedere al bonus, i genitori possono compilare la domanda direttamente sul sito dell’INPS, utilizzando i propri strumenti di identificazione digitale come SPID, la Carta d’Identità Elettronica o la CNS. Alternativamente, è possibile rivolgersi a un patronato. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al 31 dicembre 2024, e i pagamenti del bonus avranno inizio a partire dal 2 aprile dello stesso anno. È necessario indicare, nella domanda, tutte le mensilità pagate per l’asilo nido nell’anno, fino a un massimo di undici mensilità.

Documentazione necessaria

Per ottenere il bonus, sarà necessario allegare alla domanda le informazioni relative all’asilo nido frequentato (nome o partita IVA), i dati del bambino (nome, cognome o codice fiscale) e i dettagli dei pagamenti effettuati, escludendo le spese di iscrizione, pre e post scuola e l’IVA. Importante ricordare che la documentazione può essere inviata anche dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande, ma comunque entro il 31 luglio 2025.