Bonus asilo nido 2023: come fare domanda per un’altra mensilità

Il bonus asilo nido rappresenta un importante sostegno finanziario per le famiglie italiane con bambini fino a tre anni. Tuttavia, è essenziale seguire scrupolosamente le procedure richieste, indicando correttamente i mesi desiderati nella domanda e presentando la documentazione comprovante il pagamento entro le scadenze previste. 

nursery-g4b72cc9ff_1920

Il bonus asilo nido è nuovamente a disposizione delle famiglie italiane con figli di età fino a tre anni. Questo incentivo finanziario mira a sostenere le famiglie nel coprire i costi delle rette per l’iscrizione agli asili nido. Inoltre, è possibile richiedere il bonus anche per forme di assistenza domiciliare, garantendo sostegno ai bambini che per motivi di salute o altre difficoltà non possono frequentare una struttura scolastica. Tuttavia, è importante sottolineare che il bonus non viene assegnato automaticamente, ma richiede una specifica richiesta da parte dei genitori interessati.

Requisiti e indicazione della scelta

baby-formula-with-mom-and-baby-in-the-background-min (1)

L’Inps fornisce chiarimenti in merito alla richiesta del bonus asilo nido. Sul sito dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, si precisa che il genitore richiedente deve indicare se l’asilo nido frequentato dal proprio figlio è di natura pubblica o privata.

Inoltre, nella domanda è necessario specificare le mensilità corrispondenti ai periodi di frequenza scolastica compresi tra gennaio e dicembre 2023, per i quali si desidera ottenere il beneficio. Questo consente di prenotare i fondi per i mesi indicati e assicurarsi il supporto economico.

È importante notare che il sistema di acquisizione della documentazione non permette l’allegato di documenti relativi a mensilità non specificate nella domanda, quindi è fondamentale indicare correttamente tutti i mesi desiderati.

Aggiunta di ulteriori mensilità

Chi ha già presentato la domanda per il bonus asilo nido e desidera aggiungere un mese supplementare non può semplicemente modificare la domanda precedente. Invece, è necessario presentare una nuova richiesta specifica per quel mese aggiuntivo. Tuttavia, è importante tenere presente che questa nuova richiesta sarà soggetta alla verifica della disponibilità dei fondi stanziati.

Presentazione della domanda

La domanda per il bonus asilo nido deve essere presentata dalla persona che effettua il pagamento della retta. Per agevolare il processo, è possibile utilizzare il servizio online dedicato disponibile sul sito dell’Inps o rivolgersi a un patronato per ottenere assistenza nella presentazione della richiesta. È importante fare attenzione alle scadenze e ai requisiti specificati, al fine di evitare possibili ritardi o incongruenze nella richiesta.

Documentazione comprovante il pagamento

Entro il 31 luglio 2024, è necessario presentare i documenti che attestino il pagamento delle rette relative all’asilo nido. Questa documentazione è fondamentale per confermare l’effettivo utilizzo dei fondi assegnati attraverso il bonus. Tra i documenti accettati vi sono la ricevuta di pagamento, una fattura con quietanza di pagamento o il bollettino bancario o postale. Presentare correttamente tali documenti entro la data stabilita è cruciale per garantire il corretto svolgimento del processo e la fruizione del bonus.

Lascia un commento